mercoledì 25 marzo 2009

850 varietà di camelie in mostra a Locarno

Edizione 2010: 24-28 marzo.

Lo scorso finesettimana l'appuntamento per gli amanti delle camelie e dei giardini in fiore era Verbania Pallanza dove nella villa Rusconi Clerici (che vanta un meraviglioso giardino all'inglese che scende verso il lago Maggiore) veniva ospitata la mostra nazionale della Camelia di Verbania.
Il prossimo weekend, un pò più a nord, è il turno di Locarno Camelie che per la 12^ volta ospita questa grande manifestazione floreale dal 25 al 29 marzo 2009.

Un pò di storia: le camelie devono il proprio nome al gesuita ceco Kamel che le scoprì in Oriente alla fine del '600 e le importò in Europa in terreni simili a quelli delle zone d'origine (Corea, Giappone e Taiwan).
Nella Svizzera le prime piante giunsero alla fine dell'800 con i barconi che traversavano il lago Maggiore verso Piemonte e Lombardia e furono ben presto aperti parchi pubblici che ospitavano questi bellissimi fiori.
Ai giorni d'oggi, se fate una passeggiata ai giardini Pioda e Rusca, trovate sempre dei begli esemplari secolari di camelia. Recenetemente a questi si è aggiunto in viale Respini, tra la Lanca degli Starnazzi e il Bagno Pubblico, il Giardino delle Camelie dove oggi viene inaugurata la Locarno Camelie.
Qui tra le oltre 850 varietà differenti, due laghetti con giochi d'acqua, una piccola arena, una curatissima mostra di bonsai di scuola cino-giapponese e un nuovo padiglione didattico, in cinque giorni verranno presentate più di 300 qualità di camelie recise, pronte cioè a essere invasate.
In alcuni stand si possono acquistare piante e prodotti tipici mentre sotto il nome di Dottor Camelia uno staff di esperti controllerà lo stato di salute delle piante che i visitatori porteranno a consulto e fornirà consigli utili.
Sabato l'attenzione si sposterà in Piazza Grande dove nella sede della Società Elettrica Sopracinerina si terrà il primo concerto delle Camelie.

Biglietti:
adulti 10.- Fr./AVS 8.- Fr./
gruppi da 10 persone 20% di sconto/bambini e ragazzi fino a 16 anni gratuito

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e adesso anche su Twitter!

Posta un commento