giovedì 16 aprile 2009

A Cuneo per il concerto di.... rane e rospi!

E' uno strano concerto quello che va in scena ogni sera sulle rive dei fiumi Gesso e Stura in Piemonte, quasi sempre senza orecchie umane che lo ascoltino: raganelle, ranocchie e rospi smeraldini nelle umide notti di primavera amano cantare in coro, magari accompagnati da qualche grillo. Al parco dei fiumi Gesso e Stura di Cuneo, pero', sono ammessi spettatori: il 17 e il 22 aprile, alle ore 21, vanno in scena le ''Rane in concerto'', passeggiate nel parco con torcia e scarponcini all'ascolto di questi timidi animali.
Il Parco Fluviale di Cuneo ospita almeno sette specie di rane e rospi: rane temporarie, raganelle, rospi smeraldini, e famiglie meno comuni come le rane dalmatine, soggette a tutela e inserite nella direttiva habitat. Gli anfibi, infatti, sono i vertebrati piu' minacciati di estinzione, e sempre meno ranocchie cantano nelle campagne e sui greti dei fiumi. Di qui gli interventi che il Parco ha avviato dal 2007 per studiarli e aiutarli a vivere e riprodursi: ad esempio rimuovendo sistematicamente dalle zone umide le sostanze inquinanti che si erano accumulate negli anni, o creando nel parco aree apposite con caratteristiche ambientali favorevoli, ad esempio lungo lo Stura al confine con Cervasca, o nella riserva naturale di Sant'Anselmo, vicino alla confluenza con il torrente Gesso. Partecipare ai ''concerti'' delle rane, che quest'anno sono gia' alla seconda edizione, e' gratuito: obbligatorio, pero', prenotarsi presso la segreteria del parco fluviale (0171.444501) e presentarsi muniti di torcia elettrica, scarponcini, abbigliamento confortevole.

(Fonte: ANSA)


=====================================================================
E' possibile inviare un SMS al numero 48580 da tutti i cellulari nazionali (Tim- Vodafone- Wind – Tre); il costo di un euro verrà interamente devoluto alla popolazione abruzzese. Anche da rete fissa è possibile comporre lo stesso numero al costo di donazione di 2 €.
http://www.notiziarioitaliano.it/?sezione=italia&articolo=6913
=====================================================================
Posta un commento