lunedì 6 aprile 2009

Occhio al bagaglio... aumentano le valigie smarrite: cosa fare?

Secondo i dati dell'AIR TRANSPORT USERS COUNCIL, nel 2007 le valigie smarrite negli aeroporti europei sono state 42 milioni, ben 6 milioni in più rispetto all'anno precedente.
E 1 milione di queste mai ritrovate...
Cosa fare nella malaugurata ipotesi in cui siamo vittime di questo disservizio aeroportuale?
Questi sono i consigli dell'associazione Altroconsumo:

Smarrimento del bagaglio: dove rivolgersi e come comportarsi

Bisogna andare subito all'ufficio Lost and Found (Ufficio Oggetti Smarriti) dell'aeroporto per denunciare lo smarrimento o il danneggiamento del bagaglio. Sono necessari: il biglietto aereo, la ricevuta del bagaglio e la compilazione del modulo PIR (Passenger Irregularity Report) dove si devono indicare le caratteristiche del bagaglio (dimensioni, colore, modello, marca). La denuncia all'ufficio Lost and Found avvia le ricerche del bagaglio.

Il bagaglio è considerato ufficialmente perso se non è consegnato entro 21 giorni successivi all'arrivo (la compagnia può riconoscere anche prima la perdita del bagaglio). A questo punto il passeggero potrà effettuare reclamo in forma scritta (consigliata sempre la raccomandata a/r). Nel reclamo bisogna indicare i danni subiti, fornendone le prove (la lista dettagliata del contenuto di ogni bagaglio non riconsegnato, la copia del biglietto aereo, lo scontrino del bagaglio mancante, la copia del PIR compilato all'arrivo). La compagnia aerea è responsabile anche se esente da colpa, a meno che dimostri che la responsabilità del danno è imputabile al passeggero o che questi vi abbia contribuito per negligenza, omissione o atto illecito.

In caso di ritardo nella riconsegna del bagaglio, il reclamo deve essere presentato per iscritto (con raccomandata a/r) alla compagnia aerea entro 21 giorni dalla data di riconsegna, allegando copia del PIR. La compagnia aerea è responsabile a meno che dimostri di aver preso tutte le precauzioni possibili per evitare il ritardo o che fosse impossibile adottare tali precauzioni, nonché nel caso in cui dimostri che il passeggero ha provocato il danno o vi ha contribuito per negligenza, omissione o atto illecito.

In caso di danneggiamento del bagaglio, entro 7 giorni dal vostro arrivo potete presentare reclamo per iscritto (con raccomandata a/r) alla compagnia aerea, allegando copia del PIR compilato all'arrivo. La compagnia aerea è responsabile anche se è esente da colpa, a meno che dimostri che la responsabilità del danno è imputabile al passeggero o che questi vi ha contribuito per negligenza, omissione o atto illecito, oltreché nel caso in cui si tratti di difetto inerente al bagaglio stesso.

Per il risarcimento:

  • per le compagnie aeree comunitarie e le altre che aderiscono alla convenzione di Montreal (la maggior parte) la responsabilità della compagnia per il danno derivante da perdita, manomissione, danneggiamento, ritardata consegna del bagaglio è limitata a circa 1.167 euro per ciascun bagaglio registrato e in relazione al danno effettivamente subito;
  • per le compagnie che non aderiscono alla convenzione di Montreal la responsabilità della compagnia è limitata a 20 dollari per kg di bagaglio trasportato.
È sempre possibile aumentare il livello del risarcimento mediante la cosiddetta "dichiarazione di valore", da fare al momento del check-in, che consente di elevare il limite di responsabilità della compagnia, previo pagamento di un'apposita tariffa aggiuntiva da parte del passeggero: tale dichiarazione deve essere presentata sugli appositi moduli da chiedere al check-in.

altra lettura consigliata:
"Lo smarrimento dei bagagli in aeroporto. Un evento spiacevole che accade sempre più di frequente. IMPLICAZIONI GIURIDICHE" di Matteo Pavonetto - Avvocato in Ancona e Forlì
Posta un commento