giovedì 2 aprile 2009

Pedalando in Val di Chiana lungo il Canale Maestro

Nella Val di Chiana è stata da poco inaugurata una pista ciclabile tra le più lunghe ed attrezzate della Toscana. Si chiama "il sentiero della Bonifica" o "Canale Maestro" ed è un percorso di 62 km che collega Arezzo a Chiusi (in provincia di Siena).

La via ciclabile non è attraversata da automobili e costeggia l'antico sentiero della bonifica che vide tra gli altri anche il grande Leonardo da Vinci fare uno studio di sistemazione idraulica del territorio che prevedeva la costruzione di un canale navigabile lungo l'Arno fino a Pisa.

La strada era in passato utilizzata per la manutenzione del canale e delle chiuse e costituisce un tracciato naturale privo di dislivelli e quindi particolarmenete adatto a quello che viene definito "turismo sportivo familiare". Pedalare senza esasperazione godendo si il paesaggio circostante.
E di cose da vedere ce ne sono tante... per chi arriva da nord, partendo da Arezzo, percorrendo il Canale Maestro si possono fare delle deviazioni per visitare i paesi di Civitavella e Monte San Savino, oppure Lucignano, Marciano della Chiana o Foiano della Chiana (famoso il suo Carnevale, il più antico d'Italia!).
Da non perdere Torrita di Siena ma soprattutto, scendendo verso sud, il bellissimo borgo medievale di Montepulciano.
Sul sentiero si trovano numerosi servizi, dai centri per il noleggio delle bici, il trasporto dei bagagli verso gli hotel, e punti per la prenotazione di strutture specializzate nell'accogliemtno dei cicloturisti.

Per chi non volesse improvvisare in loco, consiglio di dare un'occhiata al sito www.sentierodellabonifica.it dove si può pianificare al meglio una vacanza di cicloturismo, scegliendo i posti da vedere, i ristoranti, dove mangiare (le specialità della Val di Chiana sono i pici, degli spaghetti massicci fatti a mano e la bistecca chianina!) e gli alloggi dove passare la notte, con una buona scelta tra proposte adatte per tutte le tasche, dalle residenze d'epoca alle camere affittate nelle abitazioni.

Gli Itinerari:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento