lunedì 28 settembre 2009

I 9 gruppi delle Dolomiti che fanno parte del Patrimonio dell'Umanità

Per molti sono le montagne più belle del mondo e dal 26 giugno scorso si possono anche fregiare del titolo di Patrimonio dell'Umanità, assegnato dall'Unesco per l'alto valore paesaggistico e geologico. Sto parlando naturalmente delle Dolomiti. L'area che è stata posta sotto tutela ha fatto sorgere delle discussioni a causa di alcune eccellenti esclusioni attribuibili a motivazioni disparate (ad esempio il gruppo del Sella è stato ritenuto troppo affollato da impianti sciistici) e così dalle 13 aree di partenza proposte si è passati a 9, il 98% delle quali già comprese in parchi ed aree protette.
Questo l'elenco dei 9 gruppi dolomitici:
  1. Pelmo e Croda da lago
  2. La Marmolada
  3. Le pale di S.Martino, le Pale di San Lucano e le Dolomiti bellunesi
  4. le Dolomiti friulane
  5. Le Dolomiti Settentrionali (fra l'Alto Adige e il Veneto) che comprendono i Codini, le Dolomiti di Sesto, d'Ampezzo, di Fanes, Senes e Braies
  6. Il gruppo Puez-Odle
  7. Lo Sciliar, Catinaccio e Latemar
  8. Il Canyon del Rio delle Foglie
  9. Le Dolomiti del Brenta (dove si trova Madonna di Campiglio)
In tutto 231.000 ettari - 142.00 più 90.000 di aree "cuscinetto" - che fanno parte delle provincie di Trento e Bolzano (in Trentino Alto Adige), Belluno (Veneto, i 2/3 dell'area tutelata), Pordenone e Udine (Friuli Venezia Giulia).
Il "marchio" Unesco secondo le stime dovrebbe portare un aumento del 30% del turismo e nelle speranze dei promotori (il primo fu l'alpinista Reinhold Messner) una crescente attenzione per il nostro patrimonio e lo sviluppo di un turismo consapevole e sostenibile.

Per l'Italia le Dolomiti rappresentano il 44° sito protetto, - e il 2° bene naturale tutelato dall'Unesco dopo le isole Eolie - un record che la pone in testa a tutte le nazioni del mondo. Non a caso siamo il Belpaese :-)
Posta un commento