domenica 13 settembre 2009

Il tramonto rosa del Rosengarten-Catinaccio e la fiaba di re Laurino

Tra la Val di Fassa e l'altipiano di Nova Levante si erge, elegante e inconfondibile, la mole del monte Catinaccio (Rosengarten in tedesco), celebre per la colorazione rosa che assume all'ora del tramonto.
Un fenomeno che la scienza dice sia dovuto alla composizione della roccia. Ma c'è anche un'altra spiegazione, ben più suggestiva, fornita dalla più celebre fiaba dolomitica. Si narra che in epoca antica il re nano Laurino governasse sul massiccio, il cui nome tedesco indicherebbe il mitico giardino delle rose del sovrano. Proprio gli amati fiori tradirono il monarca che, dopo aver rapito la bella Similde, stava cercando di sfuggire agli infuriati nobili altoatesini: Laurino infatti, pur resosi invisibile con una magica cappa, fu scoperto grazie al movimento delle rose su cui stava camminando... maledicendo i fiori affinchè non fossero più visibili "nè di giorno nè di notte", il re si scordò del crepuscolo, durante il quale il Rosengarten torna a fiammeggiare delle tinte accese delle rose.

(Foto by Flickr Roberto1956)

Posta un commento