martedì 20 ottobre 2009

Low Cost e anche "small size"...i sedili d'aereo sono sempre più ravvicinati

All'ultimo, recente, congresso sull'Igiene e Prevenzione svoltosi a Napoli è stata presentata un'indagine sulla distanza tra i sedili nelle classi turistiche degli aerei. E' emerso che fra le compagnie aeree le differenze sono notevoli e si va dai 73,7 cm delle Low Cost Ryanair e EasyJet agli 86,4 cm di quelle orientali, Malaysia Airlines e Thai Airways.
Una differenza di quasi 13 centimetri!
Queste diversità del Seat Pitch (la distanza tra gli schienali di due sedili posti l'uno dietro l'altro) sono dovute a una mancanza di linee guida internazionali, con la conseguenza che ognuno fa come vuole..
Quelli che ci rimettono però sono i passeggeri, con rischi per la salute soprattutto in viaggi che superano le 6 ore: con gli spazi ristretti aumentano i dolori e i problemi di circolazione (gli accorgimenti da prendere per limitarli sono togliersi le scarpe, no alle calze strette, muoversi e alzarsi di frequente) e si arriva in certi casi (27 ogni milione di passeggeri) a rischiare l'embolia polmonare...
L'Alitalia in questo campo si colloca sopra la media di 78,7 cm con i suoi 81,3 cm e supera Air France e Lufthansa che sono "perfettamente in media" con 78,7 cm.
Un piccolo consiglio per chi cerca i posti migliori in aereo è quello di "accaparrarsi" i posti vicino all'uscita di mergenza che sono più larghi.
Posta un commento