martedì 3 novembre 2009

Le strade più belle del mondo (secondo il National Geographic)

50 viaggi da percorrere lentamente in auto. Sono i "Drives of a lifetime", i viaggi di una vita, consigliati dal national Geographic. Se andate sul sito National Geographic Traveler potete trovare i percorsi più belli con la descrizione, le cose da vedere e i punti dove soffermarsi per apprezzare totalmente il territorio che si attraversano. Viaggi che consistono proprio nel muoversi a ritmo lento e godere a piene mani della natura circostante sfruttando i 5 sensi.
Ecco alcune delle strade consigliate:
  • la Route 30, bella in tutte le stagioni, attraversa il Vermont (negli Usa) e in autunno è consigliabile per lo spettacolo del foliage, il colore delle foglie dei boschi che cambia e assume tonalità dal rosso al dorato;
  • la strada più spettacolare degli Stati Uniti, la Seward Highway lunga 204 km, parte da Anchorage in Alaska ed attraverso laghi, distese e montagne innevate arriva a Seward, da dove ci si imbarca per le crociere nel parco nazionale di Kenai Fjords, per osservare le balene, gli uccelli marini e le lontre;
  • alle Hawaii, nella Big Island, la Belt Road ha un percorso che permette di ammirare (e fotografare nelle aree di sosta) le colate di lava che si gettano direttamente in mare;
  • in Giamaica, la Pirate Route (il nome è tutto un programma) tocca spiagge protette, cascate e foreste pluviali e passa da Port Royal, la città dei pirati come Calico Jack, colui che ha inventato il Jolly Roger, la bandiera col teschio e le due sciabole incrociate;
  • in Cornovaglia, la Cornish Coast attraversa boschi, luoghi che ospitano i resti di villaggi dell'età del ferro e il Monte Saint Michel, la celebre abbazia dell'XI secolo posta al centro di un isolotto che si raggiunge a piedi nei periodi di bassa marea;
  • infine in Italia, la Costiera Amalfitana che da Positano porta a Vietri sul mare lungo la statale 163 (immagine in alto) passando per Amalfi, Positano, Ravello e Salerno.
Posta un commento