mercoledì 23 dicembre 2009

La cascata più alta del mondo, il Salto Angel, cambia nome

salto angel venezuela
Da ora in poi si chiamerà Kerepakupai merú. Di chi sto parlando? O meglio, di cosa? Della cascata più alta del mondo, conosciuta come Salto Angel!
Il presidente del Venezuela, Hugo Chavez, ha deciso che il "grande salto" sarà chiamato col suo nome indigeno e non più con quello dell'esploratore statunitense Jimmie Angel che lo scoprì casualmente nel 1933 durante la sua avventurosa ricerca dell'oro.

Perchè in realtà grazie ad Angel è stato "solo il mondo" a sapere dell'esistenza della cascata, gli indigeni venezuelani la conoscevano da sempre... Chavez non è nuovo a iniziative del genere: già nel 1999, dopo poco il suo insediamento alla presidenza, ribattezzò lo stato "Repubblica bolivariana di Venezuela" in omaggio al libertador Simon Bolivar.

Il Kerepakupai merú è alto 979 metri e presenta un salto ininterrotto di ben 807 metri! Tanto per dare un'idea, sono circa 16 volte il salto delle maestose cascate del Niagara... le acque cadono dalla "montagna del dio del male", l'Auyantepui, e si riversano nel Canòn del Diablo, il Canyon del Diavolo.

foto tratta da Wikipedia
La cascata si trova nel mezzo della Foresta Amazzonica e non è raggiungibile da strade. Due sono i principali punti di accesso per un'escursione:
  1. Canaima, un'incantevole luogo circondato da 7 cascate (c'è persino una spiaggia rosa!) che in origine era un villaggio indio di cui sono rimaste 150 famiglie di etnia pemon e trasformato in complesso turistico: si trova a 50 km a sud-ovest della cascata ed è collegato al resto del Paese solo tramite l'aeroporto. Da qui partono molte escursioni guidate in barca o in aereo sorvolando dall'alto il Salto;
  2. Kavac, un piccolo insediamento indio, meno frequentato ed organizzato, a cui arrivano prevalentemente - in aereo, essendo isolati e non avendo strade - le escursioni che partono da Ciudad Bolivar, il punto di partenza principale per le cascate.
(Foto in alto di benedict.adam su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento