giovedì 7 gennaio 2010

Accordo Ryanair-Enac: sciopero del 23 gennaio cancellato

Si dissolve la polemica tra la Ryanair e l'Enac (l'ente nazionale della protezione civile) e quindi viene scongiurato lo sciopero indetto dalla compagnia irlandese il 23 gennaio relativamente ai suoi voli domestici italiani e quello maggiormente temuto (da tutti i fan della "mamma Ryan") del suo abbandono definitivo delle rotte interne ai confini dell'Italia.
In breve, lo scontro era nato (a questo proposito leggi "Lite Ryanair-Enac") a causa di una sentenza del Tar del Lazio che aveva respinto il ricorso della Ryanair contro l’ordinanza dell’Enac sull’equipollenza dei documenti di identità relativa dei passeggeri.
In sintesi la compagnie irlandese:
  • accetterà tutti i documenti di identità rilasciati dagli enti dello Stato a dipendenti pubblici;
  • continuerà a NON ritenere validi documenti come la patente di guida italiana, i tesserini professionali, le licenze di caccia e pesca e il porto d'armi.
Posta un commento