venerdì 15 gennaio 2010

I soldati di Napoleone sfilano nel Carnevale valdostano della Coumba Freida

Ai piedi del Gran San Bernardo, in Val d'Aosta, ogni anno si festeggiano dei Carnevali molto particolari, quelli dei 10 paesi della Coumba Freida, la Valle Fredda. Le feste sono ispirate al passaggio dei soldati di Napoleone Bonaparte nel maggio del 1800 e per questo molti figuranti sfilano per le strade vestiti da Landzette, con le divise napoleoniche ironicamente rivisitate per l'occasione goliardica: uniformi rosse fatte a mano, perline colorate, paillettes, specchietti che riflettono la luce e allontanano le forze maligne, maschere buffe dotate di improbabili copricapi, code di cavallo in mano per scacciare gli spiriti maligni e una cintura in vita munita di un campanello.

Questi cortei si muovono facendo scherzi, entrando nelle case e ballando nelle strade accompagnati dalla musica, nel periodo che va dal 9 gennaio al 16 febbraio.
I paesi che festeggiano il Carnevale storico della Coumba Freida sono Ollomont (10 gennaio), Valpelline (17-19 gennaio), Douse (6,7 febbraio), Gignod (6,7 e 13-16 febbraio), Etroubles (11,12 febbraio), Saint Oyen (13 febbraio), Allein (14-16 febbraio) e Roisan (13, 15 e 16 febbraio).
A Saint-Rhèmy-en-Bosses, dal 14 al 16 febbraio, si svolge la sfilata più famosa con Napoleone alla testa del corteo, seguito dai suonatori ed il diavolo... poi, a coppie, arlecchini e signorine ed un susseguirsi di di colori che simboleggiano le varie stagioni fino ad arrivare, in fondo, al matto, la matta e l'orso che simboleggia la natura e la fecondità, con il suo domatore che lo tiene al guinzaglio.

Altre immagini su www.gransanbernardo.net.

Altri Carnevali nello Speciale.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento