lunedì 11 gennaio 2010

In vendita lo Chateau Arricau-Bordes, il castello di D'Artagnan

Accade spesso di non sapere se dei personaggi di romanzi, anche molto famosi, siano realmente esistiti o meno. "Sherlock Holmes" è stato partorito dalla fantasia o Conan Doyle si è ispirato a fatti e persone reali nello scrivere i suoi romanzi? Il "Dracula" di Bram Stoker è veramente vissuto? La risposta ai primi due quesiti è... sì, in questi due casi gli scrittori hanno attinto da storie accadute realmente, magari ricamandoci un pò su... e lo stesso ha fatto il romanziere francese Alexandre Dumas padre, autore della famosa trilogia su D'artagnan e i tre moschettieri: "I tre moschettieri" (1844), ""Vent'anni dopo" (1845) e "Il visconte di Braghelonne" (1850).
Sembra proprio che ad ispirare le avventure dei quattro moschettieri sia stato tale Charles de Batz de Castelnore d'Artagnan, un nobile nato nel 1611 che morì il 25 giugno del 1673 in una battaglia (anch'essa vinta) a capo del suo corpo dei "Moschettieri grigi". Niente contrasti con il cardinal Richelieu quindi... ma delle gesta ed un valore che trovano un riscontro storico. Il nobile francese possedeva un maniero nella regione dell'Aquitania, a quei tempi chiamata Guascogna (terra di uomini battaglieri e spacconi, da cui deriva l'appellativo di "guascone" ad indicare qualcuno che al coraggio unisce spavalderia e voglia di vivere), che andò in eredità ai nipoti ed è rimasto a lungo di proprietà della famiglia D'Artagnan. Negli anni '70 lo Chateau Arricau-Bordes, così si chiama il castello, divenne "Monumento Storico" finchè quattro anni fa entrò in possesso di Robert Shetler-Jones, un milionario iglese che ne ristrutturò gli interni ed incentivò la produzione dei magnifici vigneti che circondano il castello fino a raggiungere la quota di 4800 bottiglie di vino a denominazione di origine controllata.
Adesso è in vendita. Il ricco inglese dice di aver trovato degli ostacoli all'attività di viticoltore ed ha deciso di spostarsi in altre zone. Chi ha in tasca qualcosa come 3,65 milioni di euro può farsi avanti ed imbastire una trattativa...
C'è anche un certificato che testimonia l'appartenza dello Chateau alla famiglia D'Artagnan. Chissà che a breve il futuro proprietario non decida di inserire il castello in qualche circuito turistico e di far visitare la dimora del più famoso moschettiere della storia.

(Foto tratta da www.luxury-insider.com)
Posta un commento