venerdì 22 gennaio 2010

Musica irlandese al Temple Bar Trad Fest di Dublino

Dal 27 al 31 gennaio prossimi per il quinto anno al quartiere di Temple Bar si terrà la Trad Fest, l'evento musicale e culturale più importante dell'Irlanda. Per 5 giorni e 5 notti, la già animata vita del quartiere dei pub dublinesi se possibile sarà ancor più movimentata ed i pub si riempiranno ancora di più di gente e musica grazie ad un ricchissimo programma di concerti. Una ricca serie di eventi che prevede anche molti spettacoli gratuiti per famiglie, un fatto che non deve stupire in quanto la cultura e la mentalità irlandese sono molto differenti dalle nostre... a Dublino è normalissimo andare da soli in un pub per farsi una buona birra o vedere attorno ad un tavolo tre generazioni (naturalmente a bere birra) che chiacchierano e si divertono. Non ci sono preclusioni per nessuno e la sera si trovano certamente i giovani ma anche i meno giovani che vogliono stare in compagnia e divertirsi.

Tornando alla Trad Fest, Temple Bar è il paradiso della musica dal vivo di tutti i generi in ogni periodo dell'anno ma se volete ascoltare la vera Irish Music, la musica tradizionale irlandese, allora la fine di gennaio è il periodo giusto per andare a Dublino: ci sono concerti di strumenti tipici irlandesi dalle fisarmoniche alle cornamuse e ai tin whistle flaute, i flauti a fischietto che suonano insieme a chitarre, violini e ai bodhrans, i tamburi irlandesi. Ed al ritmo dell'irish sound si ballano il reel e il jig, danze tradizionali celtiche.

Ogni anno vi partecipano cantanti e gruppi di spicco del panorama musicale nazionale. Quest'anno sono attese le Lìadan, un gruppo molto in voga in Irlanda, Matt Molloy dei Chieftains insieme alla band new wave Teada che agli Irish Music Awards ha vinto il premio come Best Young Traditional Act, e il gruppo di musica tradizionale irlandese Beoga che suona i bodhrans, vincitore 4 volte dell'All Irish Championship e definita la più grande band degli ultimi 100 anni.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento