giovedì 14 gennaio 2010

Torna la Grande Odyssèe, la gara dei cani da slitta sulle Alpi

Dal 16 al 20 gennaio torna la Grande Odyssèe, la grande corsa su slitta trainata da cani che si svolge nel fantastico scenario delle Alpi svizzere e francesi. Per la prima volta dalla sua nascita avvenuta nel 2005, sarà valida come qualificazione per l'Iditarod e la Yukon Quest, le due leggendarie corse che si svolgono in Alaska e Canada.
Pur non avendone ancora il fascino, la Grande Odyssèe viene però considerata la più difficile al mondo a causa dell'aspetto morfologico del territorio in cui si svolgono le gare.

Anche questa 6^ edizione coinvolgerà l'intera zona in un turbinio di iniziative, feste, eventi e conferenze ed attirando migliaia di persone (lo scorso anno oltre 100.000 presenze!) nei paesi della Savoia e dell'Alta Savoia con la possibilità di seguire da vicino l'itinerario a piedi, con le racchette o con gli sci, di imparare a condurre le slitte per cani o a costruire igloo di ghiaccio.
I concorrenti di 9 nazionalità (dall'Italia, Svizzera, Francia, Spagna, Norvegia, Svezia, Finlandia, Repubblica Ceca e Russia), su slitte trainate da 300 Husky, percorreranno circa 1000 km, di cui 600 piste create appositamente per un dislivello complessivo di 25 km, in una gara in 10 tappe tra da Avoriaz a Val Cenis.
Oltre a promuovere un rapporto di armonia tra l'uomo e la natura, la corsa si propone di diffondere un messaggio di tutela ambientale limitando per prima le emissioni di CO2 con un utilizzo minimo di veicoli per gli spostamenti e di materiali riciclati.

Sito ufficiale: www.grandeodyssee.com (purtroppo solo in francese ed inglese...)

Leggi anche
(Foto in alto tratta da Flickr by Sangon)
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!
Posta un commento