giovedì 18 febbraio 2010

Body scanner installati negli aeroporti della Malpensa e di Fiumicino

Malpensa e Fiumicino saranno i primi aeroporti italiani in cui entreranno in funzione i body scanner. Dalla prossima settimana partirà l'impiego sperimentale - per 2 mesi - limitato ai viaggiatori in volo verso gli Stati Uniti.
Se tutto andrà per il meglio entro l'estate verranno installate 15 macchine (per una spesa complessiva che si aggira intorno ai 2 milioni di euro). I body scanner, i famosi apparecchi in grado di "vedere" soto i vestiti, dovranno rilevare la presenza di armi, bombe e coltelli ma anche di liquidi esplosivi e di tutto ciò che può essere utilizzato per la fabbricazione di rudimentali ordigni una volta saliti a bordo.
Riguardo il noto problema dei possibili danni alla salute, l'ENAC ha sottolineato la scelta di strumenti che emettono onde elettromagnetiche millimetriche (monitorando quindi il calore emesso dal corpo) invece di quelli che utilizzano raggi x bollati come pericolosi dal Ministero della Salute.

Leggi anche:
Posta un commento