venerdì 5 marzo 2010

Ferrovie dimenticate: una passeggiata ecologica sulla Fano-Urbino

Come ho scritto ieri, domenica prossima 7 marzo molte Ferrovie Dimenticate torneranno a "vivere", anche se per un solo giorno. Nel Lazio un vecchio locomotore diesel trainerà alcuni vagoni sui binari della Roma-Fiuggi, in Toscana si potrà raggiungere la sagra del Tartufo Marzuolo a San Giovanni d'Asso (SI) in treno a vapore, in Campania, sulla Sicignano-Lagonegro è stato organizzato un trekking-ferroviario sulla tratta "temporaneamente chiusa" dal 1987...

Sono solo alcune delle iniziative che potete trovare nell'elenco del sito delle Ferrovie Dimenticate. Tra queste segnalo l'iniziativa "I ponti del Metauro", nelle Marche, sulla tratta Fano-Fermignano-Urbino.
Piccola premessa: siete mai andati ad Urbino? Città incantevole! Merita come minimo da sola un finesettimana. Per chi si trova al di là dell'Appennino (giunge ad esempio dalla Toscana o dalla Liguria) è quasi obbligatorio, per arrivarci, attraversare le strade di montagna che iniziano la loro ascesa da Città di Castello (PG) e la terminano nel paese di Apiello. Qualche decina di km tutti tortuosi che sono anche piacevoli da fare nelle giornate limpide e assolate ma che in inverno, magari con la neve, lo sono di meno... l'alternativa - in macchina - è scendere con l'A1 oltre Arezzo fino a prendere la nuova Superstrada che porta fino a Fano. Altrimenti arrivare ad Urbino è una ginkana incredibile!

Si deve necessariamente andare in treno fino a Pesaro e poi prendere un pulman che in 40/50 minuti porta alla città di Raffaello. Fino agli anni '80 non era così: era attiva la linea ferroviaria Fano-Urbino... dal 1987 questa tratta non è più in funzione. L'associazione "Ferrovia Valle del Metauro" si batte da anni per il suo ripristino e la mantiene in buone condizioni facendo pulizia delle erbacce e dei rifiuti che il tempo o la maleducazione fanno sorgere sui binari.

Per la giornata nazionale delle Ferrovie Dimenticate l'associazione promuove una passeggiata naturalistica di 3 km con partenza dalla stazione di Fermignano. L'appuntamento è per le 9:30, il percorso panoramico si snoda lungo il fiume Metauro e giunge a Calmazzo e sarà un'occasione anche per ripulirlo dai rovi che hanno invaso la tratta.

Leggi anche:
Posta un commento