venerdì 2 aprile 2010

Gli stupendi Archi di Pasqua di San Biagio Platani

A poco più di un mese dalla Pasqua la festa degli Archi di Pane di San Biagio per il 2017 è a forte rischio. Sarebbe davvero un peccato... leggete di cosa si tratta.


La Sicilia è una terra ricca di tradizione e durante la Settimana Santa ci sono tante manifestazione sparse per tutta l'isola. Una delle più scenografiche è quella che si tiene ogni anno a San Biagio Platani (AG).
Già alcuni mesi prima della Pasqua inizia nel paese la preparazione degli enormi Archi di Pasqua, costruiti con materiali naturali: canne, salice, alloro, rosmarino, agrumi, datteri , mosaici di pasta e cereali e soprattutto il pane che orna i portali e le strutture con grosse composizioni di varia forma e dimensioni raffiguranti angeli o altri elementi sacri; proprio quest'ultimo elemento fa sì che qualcuno li chiami anche Archi di Pane.

Le due confraternite, quella devota alla Madonna, "I Madunnara" e quella devota al Cristo risorto "I Signurara" allestiscono il corso principale, Umberto I, costruendo l'entrata (che rappresenta la facciata di una chiesa,) il viale (la navata) e l'arco opposto all'ingresso (l'abside della chiesa).
Durante la Settimana Santa si possono visitare i laboratori dove vengono realizzate le strutture ed assistere alle processioni religiose mentre la mattina della Pasqua sotto gli Archi si svolge il tradizionale rito che affonda le sue radici nel '700, con l'incontro tra Gesù risorto e la Vergine Maria.

Gli Archi sono visibili tutti i giorni a qualsiasi orario, dalla mattina di Pasqua fino alla 4^ domenica successiva dopo di che gli archi saranno smontati e saranno collocati insieme a quelli delle stagioni precedenti al Museo degli Archi dove sono visibili tutto l'anno

Le foto delle edizioni precedenti ed altre informazioni le potete trovare su www.riverplatani.com.

(foto tratta dall'album di matildefag8 su Flickr | tutti i diritti riservati)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento