mercoledì 28 aprile 2010

La scritta "Hollywood" sulle colline di Los Angeles salvata dal papà di Playboy

Hugh Hefner, l'editore ed inventore di "Playboy", la rivista delle celeberrime conigliette, ha versato un assegno di 900.000 dollari per far sì che la scritta a caratteri cubitali HOLLYWOOD che troneggia sulle colline di Los Angeles continui a rimanere lì dove è sempre stata. Un passo indietro per spiegare l'antefatto: 8 anni fa un gruppo di investitori di Chicago acquistò la proprietà del terreno dove sorge la mitica scritta con l'intenzione di costruire 5 mega ville. La popolazione insorse... nacque così una campagna chiamata "save the peak" che mirava a raccogliere i soldi per ritornare in possesso della Cahuenga Peak, una delle colline che sovrasta Los Angeles e da cui si ha una magnifica visuale a 360° che dalla città "degli angeli" va fino alla San Fernando Valley.
Alla raccoltà fondi nel corso degli anni hanno aderito migliaia di persone (per un totale di 3,2 milioni di dollari) e grazie anche all'impulso dato dal governatore della California (l'ex attore Arnold Scharzenegger) hanno contribuito anche personaggi del mondo dello spettacolo come il regista Steven Spielberg e l'attore Tom Hanks (entrambi più volte premiati con l'Oscar) e importanti fondazioni come Tiffany e Getty; ma alla cifra necessaria per riscattare il terreno, 12,5 milioni di dollari, ne mancavano appunto 900.000...
Ecco quindi entrare in scena il padrino di Playboy. Hefner ha sempre mostrato attaccamento alla scritta tanto che anche nel 1978 fu lui stesso il promotore di una raccolta per rimetterla in sesto dai gravi danni che aveva subito dalle intemperie e dall'inquinamento. Come mai tanta attenzione e dispendio di energie (e denari...)? Perchè la scritta "Hollywood" è il simbolo del cinema americano ed in generale del CINEMA e senza di essa sarebbe come se Parigi perdesse la Torre Eiffel.
Guardarla lassù, stagliata sulla collina più famosa di L.A., fa sognare milioni di persone e si sa come quanto i sogni aiutino a vivere...
Posta un commento