lunedì 19 aprile 2010

La situazione degli aeroporti europei aggiornata alle ore 12 del 19 aprile

In attesa che venga presa nuove decisioni (come l'apertura di un corridoio aereo... leggi qui) e che arrivino notizie positive sulla nube di cenere del vulcano islandese, ecco la situazione dei Paesi Europei allo stato attuale. Il consiglio scontato è quello di monitorare per quanto possibile il sito della compagnia aeree a cui siete interessati....

Sono aperti gli scali di: Austria, Bosnia, Bulgaria (ma solo Sofia e Plovdiv), Danimarca ( solo per i voli di transito oltre gli 11 km di altitudine), Estonia (dalle 14 di oggi), Finlandia (ma solo Turku e Tampere ed esclusivamente dalle 11 alle 17 di oggi), Francia meridionale (Bordeaux, Marsiglia, Nizza, Tolosa sono aperti fino alle 15 di oggi), Lituania, Montenegro, Norvegia (l'aeroporto Gardermoen di Oslo è aperto solo per i decolli ma non per gli atterraggi), Portogallo, Repubblica Ceca (dalle 12 di oggi ma solo per 48 ore), Romania (dalle 14 di oggi), Russia (la compagnia Aeroflot per raggiungere gli Usa cambia rotta e passa sul Polo Nord), Serbia, Spagna, Svezia (aperto lo spazio aereo da 250 km a nord di Stoccolma), Turchia, Ucraina (l'aeroporto Borispol di Kiev), Ungheria (dalle 12 di oggi).

Sono chiusi gli scali di: Italia (fino alle 8 di domani), Belgio (almeno per tutta la giornata di oggi), Germania (fino alle 20 di stasera), Gran Bretagna (almeno fino alle 2 di domattina), Francia centro-settentrionale (a nord di Nizza-Bordeaux fino a domattina), Irlanda (Aer Lingus ha cancellato tutti i voli in programma oggi e la Ryanair tutti quelli da e verso il Nord Europa fino a mercoledi pomeriggio), Lettonia (almeno per tutta la giornata odierna), Olanda (almeno fino alle 14 di oggi), Polonia, Slovacchia (fino alle 15 di oggi), Svizzera (fino alle 8 di domani).

Leggi anche:
Posta un commento