domenica 9 maggio 2010

4 scali chiusi in Italia fino alle 14 del 9 maggio: di nuovo emergenza voli per la nube di cenere

E' tornata nella notte la nube di cenere del vulcano islandese Eyafjallajokull. Proveniente dalla Spagna e spinta dalle correnti che spirano in direzione sud-ovest la nuvola copre di nuovo i cieli italiani dell'Italia nord-occidentale e l'Enac ha già disposto la chiusura, dalle 8 alle 14 di oggi, dello spazio aereo di tutto il settentrione con l'eccezione degli scali di Venezia, Trieste e Rimini .
Non è ancora finito il caos del traffico aereo in Europa... ieri sono stati annullati ben 5.000 voli dal nord del Portogallo al nord della Spagna fino a Marsiglia nel sud della Francia.
La parte bassa della nube è quella che desta più preoccupazione: staziona a una quota compresa tra il suolo e circa 6.500 metri di altezza ed è diretta verso la Grecia. Entro le 13 coprirà tutta l'Italia eccetto le isole.
La parte alta della nube, tra i 6.500 metri e gli 11.000 metri di quota, sta dirigendosi verso i Balcani e non ci riguarderà
Al solito l'Enac consiglia di contattare le compagnie aeree per avere informazioni aggiornate sull'operatività dei voli.

Per controllare lo stato dei voli Alitalia clicca qui.
I voli cancellati dalla Ryanair.

Leggi anche:
Posta un commento