venerdì 14 maggio 2010

L'ultra cinquecentenario sposalizio del Mare a Cervia

La 568^ edizione si svolgerà 18-20 maggio 2012. 
Leggi qui sotto la tradizione della festa.
Nel 1445 Pietro Barbo, vescovo di Cervia, tornando in barca da Venezia si trovò nel mezzo di una tempesta e per placarla e salvare il suo equipaggio donò al mare il suo anello pastorale. Da allora ogni anno viene celebrato un rito propiziatorio per i navigatori e i pescatori che prende il nome di SPOSALIZIO DEL MARE. Quest'anno sarà l'edizione n° 566 e come accade da tempo una città europea festeggerà con Cervia la secolare tradizione: sarà la belga Hasselt, famosa per la sua dedizione per il verde e per ospitare il giardino giapponese più grande d'Europa, ad unirsi alla cittadina ravennate nei giorni 14, 15 e 16 maggio per "Un patto con il mare, un Ponte per l'Europa", lo slogan della manifestazione.

La festa inizia il venerdi alle 17 nel Magazzino del sale (il simbolo di Cervia, famosa per le sue saline) con la presentazione delle mostre fotografiche “Hasselt fra cielo e terra” e “Sposalizio del mare, un viaggio nel tempo” per proseguire sabato in piazza Garibaldi con vari spettacoli tra cui uno piro-teatrale che interpreterà le origine dello Sposalizio del Mare e il corteo che si conclude nel piazzale dei Salinari con i fuochi d'artificio sul Porto Canale.

L'evento più atteso però si svolgerà domenica, giorno dell'Ascensione, con la celebrazione dell'antico rito; a Cervia ricordano con affetto quando nel 1986 fu Papa Giovanni Paolo II in persona a farlo Dopo la messa e la benedizione dell'anello da parte del Vescovo, alle 17 parte un corteo storico di figuranti composto anche dalla delegazione di Hasselt che si dirige verso il Porto Canale dove al molo ci sono le barche ad aspettarlo e il pubblico delle grandi occasioni. Il vescovo sale su un'imbarcazione ed inizia la sfilata delle barche con l'esecuzione del rito: dopo la benedizione del mare l'anello viene gettato in acqua e un gruppo di ragazzi si tuffano per recuperarlo. Se l'operazione di salvataggio riuscirà verrà interpretata come un segno di buon auspicio.

Nei tre giorni di festa ci saranno mercatini (tra cui quello veneziano in onore delle origini di Pietro Barbo) e stand dove per lo "Sposalizio dei sapori" si potranno degustare specialità enogastronomiche romagnole a base di pesce e quelle belghe, per esempio i biscotti di Hasselt e lo Jenever, un liquore distillato (dal ginepro). Sarà anche in vendita il "pane della Sensia", una pagnotta tonda che reca impresso il segno della croce, che viene accompagnato da una confezione di sale dolce di Cervia.
Oltre a ciò, musica, competizioni tra arcieri e sbandieratori, e gare di abilità.

Per ulteriori informazioni:
www.turismo.comunecervia.it
www.cerviaturismo.it

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento