mercoledì 23 giugno 2010

Il programma della festa di San Giovanni a Firenze, tra cortei storici, palii e i Fochi

Con la festa di San Giovanni Battista del 24 giugno si apre quest'anno un'estate fiorentina piena di eventi. La tradizionale festa del patrono di Firenze avrà al solito la sua matrice storica con il corteo che partirà alla conclusione della messa in Battistero delle 8:00 e raggiungerà Palazzo Vecchio per fare ritorno alla fonte battesimale per l'offerta dei Ceri e l'Ostensione delle reliquie di San Giovanni.
Alle 10:30 in Arcivescovado monsignor Betori riceverà il tradizionale mazzo di fiori e la nuova versione della "Croce degli ormeggi", opera in oro e argento ispirata da una pittura ad olio su tela di Michelangelo realizzata da Paolo Perks (autore anche dei 252 fiorini in bronzo portati dal figurante che interpreta il Camerlengo nella processione storica). Poi nel pomeriggio il programma prevede il corteggio storico in piazza Santa Croce alle 17:30 seguita alle 19:00 da un'esibizione All Star di calcio storico (o calcio in costume o in livrea) tra una rappresentativa del quartiere dei Bianchi e quello degli Azzurri (in attesa che un giorno non troppo lontano si raggiunga un accordo e riprenda questa secolare tradizione... per altre info leggi qui).

Meno conosciuto forse perchè oscurata per anni dalle partite dei calcianti, il Palio di San Giovanni co'Navicelli - la competizione sulle tipiche imbarcazioni a stanga dei renaioli- si rinnova in Arno, tra Ponte Vecchio e Ponte alle Grazie.
Alle 20:45 sul Lungarno della Zecca si terrà il concerto della Banda Carlini di San Casciano Val di Pesa e, infine, a conclusione della giornata di festa, gli immancabili FOCHI. I fuochi d'artificio che noi fiorentini critichiamo sempre perchè "e son sempre uguali" ma che raccolgono tutti gli abitanti sui lungarni e sui punti panoramici di Firenze.

Per l'allestimento delle postazioni dei fiochi d'artificio da stasera alle 23 sarà interdetto il traffico al Piazzale Michelangelo (dal quale vengono sparati da sempre i botti) fino alla fine dello spettacolo pirotecnico che, salvo ritardi, comincia alle 22:00 e dura una mezzoretta. Presi d'assalto come sempre i ponti da quello della Vittoria fino al ponte da Verrazzano e i locali con terrazza su Firenze.
Uno dei migliori punti d'osservazione è la spiaggetta sotto piazza Poggi dove l'associazione Easy Leaving organizzerà un pic nic dal pomeriggio oppure l'affollato Lungarno della Zecca che dovrebbe ospitare il sindaco e l'Arcivescovo; senz'altro lo è la Terrazza di Villa Bardini, teatro di una lodevole iniziativa "Firenze per l'Abruzzo" che racogglierà fondi per la ricostruzione di un'opera architettonica dell'Aquila distrutta dal terremoto dello scorso anno. Durante la serata, a cui parteciperanno diversi ospiti illustri tra cui Vittorio Sgarbi e Oliviero Toscani, ci sarà una degustazione di prodotti tipici abruzzesi e toscani, un concerto di musica medievale e rinascimentale e verranno presentate mostre e progetti fotografici. I fuochi si potranno vedere dal giardino Bardini, ritenuto uno dei 10 più belli d'Italia. Per partecipare il contributo è di 40€.

Un'appendice dei festeggiamenti di San Giovanni si avrà domenica sera (27 giugno) quando dopo 8 anni tornerà Vog'Arno, un palio remiero tra Firenze, Pisa, Limite sull'Arno e San Miniato.

Leggi anche:
(Le fantastiche foto sui FOCHI sono tratte dall'album su Flickr di Boga85)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento