mercoledì 28 luglio 2010

Il Carnevale caraibico di New York: la West Indian Parade

Prossima edizione dal 30 agosto al 3 settembre 2012.
Ogni anno verso la fine dell'estate New York si veste con i costumi del Carnevale per festeggiare il WEST INDIAN AMERICAN CARNIVAL FESTIVAL. Se avete in programma di andare a New York agli inizi di settembre, un salto a Crown Heights, a Brooklyn, è d'obbligo!
Si tratta di una delle feste a più alta partecipazione con un numero di visitatori che arriva anche a 3 milioni! La 43^ edizione si tiene dal 2 al 6 settembre: come da tradizione termina il primo lunedi di settembre, il "Labour Day", e per questo il West Indian è anche noto come Labour Day Carnival.


Le origini - come intuibile dal nome, "Indie Occidentali" - sono caraibiche e proprio la musica e la cultura delle isole delle Antille è il tema predominante delle sfilate che si tengono tutti i giorni; la parata più grande e sfarzosa è quella finale dell'American Labour Day che vede camminare per Eastern Parkway, una delle vie principali di Brooklyn, una miriade di persone di origine afro-caraibica con costumi stravaganti e coloratissimi. Per tutta la settimana precedente ci sono una serie di spettacoli legati soprattutto alla musica con canzoni Calypso e Soca provenienti da Trinidad.
Se avete le vostre ferie ad agosto e avete intenzione di prenotare i voli per New York nelle prossime settimane, c'è anche un altro evento che merita di essere visto, il 9° River to River, il più grosso Festival artistico estivo della Grande Mela. Da metà giugno fino a metà agosto a Downtown Manhattan, in 10 zone differenti tra Chambers Street e l'estremità meridiale dell'isola, andranno in scena balli, concerti (il Wagner Park è allietato per tutta la durata della manifestazione dalle note di un'orchestra di musica latino-americana), rassegne cinematografiche all'aperto ed artistiche di vario genere con mostre e allestimenti.
Non è troppo tardi per una vacanza a New York! Le offerte Alitalia (sempre nettamente superiori per i voli oltre-oceano rispetto a quelli nazionali) ad esempio consentono di atterrare all'aeroporto di Newark, a poca distanza dal cuore di New York, Manhattan.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento