lunedì 13 settembre 2010

Entro il 2011 tutte le autostrade ed i raccordi a pagamento col "Video Pass"

Nonostante le bocciature del Tar e del Consiglio di Stato, entro il 2011 tutte le autostrade italiane saranno a pagamento. Il governo e l'Anas lo avevano deciso da tempo e sebbene sia andata loro male la prima volta non hanno desistito ed hanno già pronto ed in partenza un nuovo progetto: un breve comunicato dell'Anas ha annunciato che a breve saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale i termini per una gara riguardante la fornitura e la messa in opera di un "sistema di pedaggiamento" (così c'è scritto...) senza barriere da installare sui raccordi stradali e sulle autostrade.
Si passerà quindi al cosiddetto pedaggio free-flow (a scorrimento libero) cioè senza caselli nè sbarre, che entro il dicembre 2011 trasformerà 14 snodi ed autostrade (adesso gratuiti) in percorsi a pagamento grazie a una sorta di Telepass, il Video-Pass.

I TRATTI CHE NON DOVREBBERO ESSERE PIU' GRATUITI



  • A53 Pavia
  • RA24 Torino-Caselle
  • Bologna Nord
  • RA8 Ferrara-Porto Garibaldi
  • RA3 Firenze-Siena
  • RA6 Bettolle-Perugia,
  • RA11 Ascoli-Porto Ascoli,
  • RA12 Pescara-Chieti
  • A91 Roma-Fiumicino
  • RA9 Benevento-Avellino
  • RA5 Potenza e tutte le autostrade della Sicilia (A18, A19, A20, A29... Palermo-Mazara del Vallo, Palermo-Catania, Alcamo-Trapani ecc.)

Oltre a questi vanno aggiunti 8 raccordi autostradali e tangenziali tra i 20 gestiti dall'Anas, i primi 100 km della Salerno-Reggio Calabria (A3) e una parte del Grande Raccordo Anuilare (GRA) ma solo se si prende l'autostrada e non se si rimane in città...

E se non bastasse sono in arrivo altri aumenti delle tariffe dei pedaggi di tutte le tratte autostradali: dopo l'aumento di 0,1 centesimi di euro per km in vigore dal 1° luglio ci sarà un altro rincaro di almeno 0,2 centesimi di euro/km...

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento