venerdì 24 settembre 2010

La Val Gardena, paradiso delle Dolomiti Centrali

val gardena
La Val Gardena è una grande vallata di 22 km che si distende lungo il fiume omonimo racchiusa tra il Gruppo del Sella sulla parte orientale e poi andando in senso orario dal Sassolungo, l'Alpe Siusi e il Gruppo delle Odle. Il nome deriva dal latino cardus (confine) in quanto rappresentava il confine tra le diocesi di Trento e di Bressanone e si raggiunge comodamente in auto (uscita della A22 Chiusa), in pullman o in treno dalla direzione Bolzano-Bressanone-Chiusa.

Qui il turismo è una delle più grandi risorse e le proposte alberghiere sono numerose e variegate così come lo sono i centri principali della valle: si va da una delle più famose località turistiche delle Dolomiti, Ortisei (ai piedi della Rasciesa, a 1236 metri di altitudine), capoluogo e centro vitale, fino all'estremità opposta della Val Gardena, la tranquilla Ponte Gardena (a 505 m.) passando per Santa Cristina e Selva Val Gardena, il paese più alto con i suoi 1563 metri, proprio sotto il Sella che domina da nord tutta la valle.
 
val gardena
foto di Luigi_Alesi su Flickr

Quest'ultima località è da molti considerata il luogo ideale per praticare gli sport invernali! Molti sciatori scelgono di soggiornare in Val Gardena per sciare sulle piste di discesa teatro anche di gare della Coppa del Mondo: Ciampinoi, Saslonch e Dantercepies sono nomi famosi per gli amanti di questa disciplina.
 
val gardena
foto di Luigi_Alesi su Flickr

Per chi invece preferisce fare una bella e salubre camminata non c'è che l'imbarazzo della scelta tra i tanti sentieri che si avvalgono di cabinovie, seggiovie e di strade sterrate per visitare una vallata ricca di rifugi, chiese, masi e case affrescate.
 
val gardena
foto di davidepc su Flickr

Da non perdere una visita nelle botteghe o ai mercatini che espongono l'artigianato locale! Come le altre valli delle Dolomiti centrali anche la Val Gardena è ladina e molto legata alle sue tradizioni come quella tramandata di generazione in generazione della scultura di statue e crocifissi in legno.
 
(Foto in alto tratta dall'album di lurinzàtt su Flickr)
 
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento