martedì 12 ottobre 2010

Tre ristoranti al vertice della guida del Gambero Rosso 2011

Guida Espresso 2011
Ed anche stavolta "tutto cambia per non cambiare niente", citazione un pò forzata dal Gattopardo di Tomasi di Lampedusa per dire che passano gli anni ma i ristoranti premiati dal Gambero Rosso restano più o meno sempre gli stessi.
Ieri c'è stata la presentazione alla stampa dell'edizione 2011 de "I Ristoranti d'Italia del Gambero Rosso" e alla Città del gusto di Roma sono stati premiati i 24 chef che hanno ottenuto le "Tre Forchette", il massimo riconoscimento del Gambero Rosso.
Con 95 punti rimane al vertice Gianfranco Vissani del ristorante "Vissani" di Baschi (TR) affiancato però da Heinz Beck de "La Pergola de l'hotel Rome Cavalieri" di Roma e da Gennaro Esposito de "La torre del Saracino" di Vico Equense (NA).
Tra gli altri che hanno ottenuto almeno 90 punti (la soglia minima per ottenere le tre forchette) ci sono alcune facce nuove, solo tre... Anthony Genovese del "Pagliaccio" di Roma, Salvatore Tassa de "Le colline Ciociare"di Acuto (FR) e Andrea Berton del "Trussardi della Scala" di Milano. A questi corrispondono tre uscite eccellenti dalla creme degli chef italiani (sempre secondo il Gambero Rosso): Paolo Lopriore de "Il canto" alla Certosa di Moggiano (SI), Giancarlo Perbellini del ristorante "Perbellini" all'isola Rizza di Veronae Corrado Fasolato del "Met" all'hotel Metropole di Venezia.
Nonostante si predichi (cito dalle pagine di Repubblica) "scelte di qualità. cucine sostanziali e non di ricerca, rivisitazioni ponderate piuttosto che sperimentazioni, tradizioni rispetto ai gourmet" la sensazione è che alla fin fine la cucina d'eccellenza sia sempre in mano ai soliti noti, oppure i nuovi talenti non riescano a emergere ed entrare nel circuito del prestigioso Gambero Rosso.

Qui l'elenco completo dei ristoranti insigniti delle Tre Forchette 2011.
Posta un commento