venerdì 5 novembre 2010

Alla scoperta della Leonessa: Brescia , la città dei due Duomi!

"D'un de' tuoi monti fertili di spade,
Niobe guerriera de le mie contrade, Leonessa d'Italia,
Brescia grande e infelice
."
(Aleardo Aleardi, Canti Patrii, 1857)
Brescia panorama
Brescia è conosciuta come la "Leonessa d'Italia" grazie a questi versi del poeta Aleardo Aleardi che per primo la battezzò così per l'eroica resistenza dimostrata durante l'insurrezione delle Dieci Giornate contro gli austriaci del 1849, capitolo memorabile del Risorgimento italiano. L'espressione fu poi ripresa da Giosuè Carducci nelle Odi Barbare del 1877 ed è rimasta attaccata alla città.

Per un weekend in Italia all'insegna dell'arte e dell'architettura Brescia è perfetta! Non a caso è stata anche definita "il trionfo della pietra" per la presenza di opere di epoche e stili architettonici differenti: si trovano resti di età romana (il Foro, il Capitolium, il teatro), medievale (il castello e il Monastero di San Salvatore o di Santa Giulia, il Duomo vecchio, la torre del Broletto, la chiesa di San Francesco d'Assisi...), rinascimentale (piazza della Loggia, la chiesa di S.Maria dei Miracoli, la chiesa di San Giovanni), barocca (il Duomo nuovo, la chiesa di S.Maria della Carità) e neoclassica (la chiesa dei Santi Nazario e Celso, il Teatro Grande).

Brescia duomo nuovo
foto di fede.ma su Flickr
Le cose da vedere sono tante ed è necessario prenotare almeno una notte in un hotel a Brescia per avere due giorni a disposizione per visitarla.
Un giro può partire dalla piazza del Duomo (o piazza Paolo VI) nel cuore del centro storico: su di essa si affacciano il palazzo del Broletto, il più antico palazzo pubblico della città, con la sua torre civica (detta anche del Pegol) e i suoi 2.... "Duomi"... la Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta (il Duomo vecchio) detta anche Rotonda per la forma (costruzione romanica dell'XI sec) e l'adiacente Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta (il Duomo nuovo, eretto tra il 1604 ed il 1825) che insieme formano una struttura ricca di contrasti e di fascino.

Completano la visita alla piazza principale - che insieme alle altre tre piazze, Piazza del Mercato, Piazza della Vittoria e la bellissima Piazza della Loggia in stile veneziano con il suo orologio astronomico, forma il nucleo intorno al quale si è sviluppata Brescia - la Casa dei Camerlenghi (l'antica abitazione degli amministratori finanziari durante il dominio della Serenissima), la chiesa di Sant'Agostino (del 400) e la facciata posteriore del Teatro Grande.

(Foto in alto di vittoare su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento