mercoledì 6 aprile 2011

Taxi, otto consigli per evitare brutte sorprese

Avete mai avuto problemi con i taxi all'estero? Non siete i soli.... L'amico Giuseppe del bellissimo blog Eurotrip ci parla della sua esperienza e ci regala alcuni pratici suggerimenti.
taxi Istanbul
Viaggiando per il mondo ho notato una caratteristica comune in tutti i paesi: il tassista cerca sempre di fregarti! Non voglio generalizzare, non tutti i tassisti sono dei truffatori, anzi, ma la maggioranza trova spesso e volentieri il modo per farti spendere qualche euro o dollaro in più. A Istanbul hanno tentato per l'ennesima volta di fregarmi e per questo motivo ho deciso di scrivere questo piccolo vademecum.

I Tassametri

La questione dei tassametri è il primo problema che affronterete quando fermerete per strada un tassista, non tutti i taxi li hanno, a volte saranno mal funzionati o addirittura guasti o come mi è appena capitato saranno antiguati (segnava la tariffa in una moneta andata in disuso da 5 anni :D). Prima di salire a bordo assicuratevi che il tassametro ci sia e che funzioni correttamente.

I Taxi senza tassametro sono abbastanza comuni in tutto il globo e ahimè sono legali. In questo caso prima di salire sulla vettura contrattate con il tassista una tariffa adeguata (informatevi sui costi medi di una corsa prima di partire) non salite mai a bordo se l'autista vi mette fretta o vi fa pressione generalmente è la tecnica migliore per fregarvi, state molto attenti a questo genere di tassista!
taxametro
Il Bagaglio

Se siete dei viaggiatori leggeri come me non incontrerete mai questo problema, ma se portate con voi dei bagagli, cercate di non metterli mai nel porta bagagli, molto spesso i tassisti disonesti useranno il vostro bagaglio come mezzo di ricatto (a Santo Domingo, un tassista mi ha chiesto un vero e proprio riscatto :( per il mio bagaglio), se non aveste scelta non pagate il tassista finchè non avete ritirato tutto il vostro bagaglio.

In molti Paesi del mondo il trasporto del vostro bagaglio vi costerà qualche euro, quindi state attenti, prima di partire chiedete con cura all'autista il costo per il trasporto del vostro bagaglio e se vi chiederà una cifra improponibile siate liberi di scendere e di trovarvi un altro taxi (se siete nel desserto pensateci due volte prima di scendere :D).

Taxi in gruppo

Se viaggiate in gruppo e decidete di prendere un taxi fate attenzione se l'autista vi chiederà di pagare una tariffa a persona o complessiva, molte volte i tassisti imbroglioni cercheranno di dirvi una tariffa per poi rinegoziarla al momento di saldare il conto, mettevi subito d'accordo in modo chiaro.

Se viaggiate in gruppo su più taxi dovete stare molto attenti, infatti in queste occasioni i tassisti più farabutti cercheranno di fregarvi, se i tassisti dialogassero più del dovuto potrebbero mettersi d'accordo per un eventuale truffa quindi seguite il vostro istinto e non salite sul taxi.
Pagare

Questa è la fase più delicata di quando si decide di utilizzare il taxi come mezzo di trasporto per visitare una città. Pagate il tassista solo dopo essere sicuri di essere nel posto dove avete chiesto di portarvi, non pagate se prima non avete preso con voi il bagaglio, non pagate mai con banconote di grande taglio molto spesso il tassista vi dirà di non avere il resto in modo da costringervi a lasciare il resto come mancia, è una truffa piuttosto comune, scendete e andate a cercare un posto dove vi possano cambiare i soldi. Non abbiate fretta di scendere anche se il tassista vi farà pressione perché ci sono macchine che stanno aspettando, il pagamento è una fase molto delicata, se ci sono macchine che aspettano a voi non deve interessare minimamente.

Pregare...

Il mio ultimo consiglio è quello di farvi il segno della croce prima di salirete su un taxi, non ci sono modi per prevenire la guida spericolata dei tassisti, solo il buon Dio ci può aiutare in questo magari prima di partire fate un giro in chiesa e dite una preghiera a San Cristoforo per non farvi incontrare un tassista amante della formula 1.

Nota sull'autore:
chi è Giuseppe Trisciuoglio? Un programmatore con il pallino del web e dei viaggi, una mattina si è svegliato con un sogno: visitare tutte le capitali europee come in un film americano, zaino in spalla e con il cuore pieno di emozioni pronto a regalarci i suoi racconti pieni di avventura e a volte un po' comici!

(Foto tratte dall'album di eurotrip su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook o via Feed!

Posta un commento