giovedì 21 luglio 2011

Da vedere a Malta: il Palazzo del Gran Maestro dei Cavalieri

Palazzo Malta
L'isola principale dell'arcipelago maltese (*) è grande solo 316 kmq ma racchiude al suo interno un'incredibile varietà di culture, frutto di un passato che ha visto transitare i Fenici, i Cartaginesi, i Romani (per oltre 600 anni durante i quali gli abitanti furono convertiti al Cristianesimo da san Paolo), i Vandali, i Goti, i Bizantini, gli Arabi, i Normanni, i Francesi, gli Spagnoli, gli Ottomani e infine gli Inglesi....
Chi giunge a Malta non può fare a meno di visitare i templi megalitici e le cittadelle fortificate ma soprattutto la capitale, La Valletta, nel cui centro storico (Patrimonio mondiale dell'Unesco) si trovano gran parte delle 390 chiese, dei 12 musei statali dell'isola e alcuni magnifici edifici, tra cui il Palazzo del Gran Maestro.
Il Grandmaster's Palace (noto come The Palace), oggi sede del Parlamento e residenza del Presidente della Repubblica, venne costruito nel 1574 riedificano un preesistente edificio che apparteneva ad un nipote del Gran Maestro Jan de la Vallette, il fondatore della città e da subito divenne il simbolo del potere.

Grandmaster Palace

Una delle battaglie più epiche dei Cavalieri di Malta (noti anche come Cavalieri Ospitalieri o Ospedalieri, in origine Cavalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme) è rappresentata nell'affresco di Matteo Perez d'Aleccio nella Sala di San Michele e San Giorgio, la "Stanza del Trono": il Grande Assedio del 1565 ad opera degli Ottomani che ridussero allo stremo i Cavalieri (riducendoli da 9000 a 600 unità) ma con gravi perdite, tanto che all'arrivo della flotta spagnola gli invasori batterono in ritirata con 30.000 perdite subite.

Malta Grandmaster

Di grande impatto anche la Camera del Consiglio (Council Chamber) con i suoi arazzi francesi provenienti dalle manifatture di Gobelin da Le Blondel di Parigi, la prestigiosa Armeria del Palazzo, la Sala Gialla e la Sala Rossa (così chiamata per il colore della tappezzeria), i ritratti dei Gran Maestri ed i dipinti degli episodi di vita dei Cavalieri, le grandi armature in metallo che sorvegliano l'ingresso delle stanze nei corridoi e gli arredi e gli oggetti d'arte.

Nota: il Palazzo è visitabile solo quando il Parlamento non si riunisce nelle sue sale.

(*) la seconda per estensione è Gozo e la terza è Comino, solo 3 kmq, nota per il cumino, pianta usata in profumeria e farmacia

(Foto tratte dall'album di P Donovan su Flickr)

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento