venerdì 5 agosto 2011

Cena gourmet nella cabinovia Croda Rossa di Sesto, Alta Pusteria

Avete mai cenato in alta quota in una cabinovia? A me è successo qualche mese fa, sulla funivia Croda Rossa di Sesto sulle Dolomiti. Un'esperienza originale e molto carina, da inserire nell'album dei bei momenti trascorsi in Alta Pusteria.
Per la precisione ci troviamo a Bagni di Moso (Bad Moos), la frazione di Sesto famosa per i suoi bagni termali di acqua sulfurea fin dal 1765!
L'iniziativa si ripete in estate da un paio di anni ed è organizzata dallo Sport & Kurhotel Bad Moos 4 stelle, una delle strutture alberghiere più eleganti di Sesto, situata proprio davanti alla cabinovia.

La serata inizia nel parco dell'hotel, dove viene servito un apertivo e si attende che venga chiamato il proprio nome per la sistemazione in una delle 35 cabine allestite con un tavolo per 4 persone. Quando ancora il sole non è sceso sotto il profilo delle splendide montagne della Croda Rossa inizia il tragitto!


Il percorso che normalmente in meno di 10 minuti copre il dislivello per raggiungere i prati della Croda Rossa a 1927 metri  di altezza viene compiuto in 45 minuti durante i quali si ammira il panorama, dalle abitazioni in fondo alla valle verso l'alto delle vette della cosidetta Meridiana di Sesto, costituita dalle Cime Nove, Dieci, Undici e Dodici.
Le raffinate portate (antipasto, primo e secondo) accompagnate da pregiati vini dell'Alto Adige, vengono servite alla stazione di salita da camerieri e cameriere vestite in costumi tipici sudtirolesi ed a metà serata, quando il sole sta per per scomparire alla vista, i clienti sono invitati a scendere alla stazione in quota per dirigersi a piedi verso il "teatro delle Dolomiti": un palco in legno affacciato ad ovest, in prima fila per godersi lo spettacolo del tramonto.
La serata si conclude con il dessert all'interno dell'hotel.

Sicuramente un'occasione imperdibile per una cena romantica o una piacevole serata in compagnia!

Per informazioni consultate il sito del Consorzio Alta Pusteria.

Altre foto le potete vedere sulla pagina Facebook di Girovagate (link).


Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento