mercoledì 3 agosto 2011

Il Flamenco a Madrid, diario di un pomeriggio in teatro

Munoz Seca
Oggi partiamo alla volta di Madrid per una full immersion nel Flamenco! A condurci in questo viaggio sarà una cronista d'eccezione, Maria Iannicello, giornalista (direttore della rivista free press XD Magazine) blogger (dal 2008 gestisce il blog Cultura e Culture, dove si occupa di viaggi, libri, attualità e giornalismo) e scrittrice (autrice del libro "Conflitti")!!!
Ecco il suo diario di un pomeriggio in teatro (se cliccate sulle immagini presenti nel post potete vedere il suo video girato a Madrid)

Madrid, 3 luglio 2011, ore 19

“La danza è una carriera misteriosa che rappresenta un mondo imprevedibile e imprendibile. Le qualità necessarie sono tante. Non basta soltanto il talento, è necessario affiancare alla grande vocazione, la tenacia, la determinazione, la disciplina, la costanza.”  (Carla Fracci)

Flamenco Madrid

Le parole della Fracci mi sono venute in mente non appena ho messo piede nel TEATRO MUÑOZ SECA di Madrid, dove da qui a pochi minuti si svolgerà uno spettacolo di flamenco. L’odore del legno è irresistibile per me che su un palcoscenico simile, anche se meno prestigioso, ho trascorso la mia infanzia e gran parte dell’adolescenza. Quanti ricordi! Quante emozioni in questa città dai tanti volti e dalle mille sfumature, dove lo stile spagnoleggiante si mescola con nuovi modi di vivere. Dal Santiago Bernabeu (ci sono stata in mattinata) al teatro, passando per i vicoli surreali e suggestivi con il naso all’insù, e attraversando le piazze, in cui si evince ancora una forte tradizione cattolica.

Adesso però sono qui, ad un passo dal palcoscenico, ansiosa di vedere e di ascoltare il battito dei piedi dei ballerini e lo svolazzare dei ventagli delle ballerine del Ballett Flamenco de Madrid.
Lo spettacolo comincia e la musica si fa forte, passionale, istintiva…come i corpi dei danzatori vestiti con costumi variopinti. Insomma, una performance da vedere e da gustare. Esco dal teatro completamente assorta, desiderosa di documentarmi e di capire ancor di più questa danza, così coinvolgente.

Qualche ora dopo, leggo che il flamenco è il nome di uno stile musicale, di una tecnica di pittura e di una danza dell'Andalusia. Fortemente influenzato dal popolo nomade dei Gitani, esso affonda le sue radici nella cultura musicale dei Mori e degli Ebrei. Oggi fa parte della tradizione spagnola. Dunque, chi va a Madrid o in altre zone della Spagna non può assolutamente perdere uno spettacolo di flamenco, perché è un’esperienza che vale la pena di vivere!

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento