venerdì 9 settembre 2011

Alla scoperta della Maremma: i borghi, i parchi

continua il tour della Maremma!
Dopo le località di mare sulla costa e le isole (leggi la 1^ parte)
è la volta dei borghi, della natura e...
panorama Talamone
Uno dei punti di forza della Maremma è l'esistenza di una grande varietà di attrazioni in grado di soddisfare qualsiasi tipo di turista, dallo sportivo a quello che preferisce rilassarsi in acque termali, da chi ama il mare a quello che adora girovagare per le città...

BORGHI


Tra le mete che vale la pena visitare Castiglione della Pescaia entra di diritto per una serie di motivi: località carina e vivace (soprattutto d'estate), con bei locali, una gelateria strepitosa sulla passeggiata che vale da sola la visita, una caffetteria dove si trovano le miscele più raffinate ed un mare splendido. E dal castello che domina dall'alto si gode di una buona vista sulla costa.

castiglione pescaia
Castiglione della Pescaia
Proseguendo verso sud si trova Talamone (foto in alto): qui si fermarono i Mille di Garibaldi, salpati da Quarto e diretti verso Marsala! La cittadina è piccolina ed abbonda di riferimenti all'illustre ospite oltre che di buoni ristoranti dove mangiare il pesce.

Porto Santo Stefano e Porto Ercole, ai piedi del monte Argentario, sono due borghi marinari frequentati dai vip con tanto di "barchetta", ed oltre alla sfilata di yacht e panfili di lusso regalano una bella atmosfera per una romantica passeggiata notturna.

Passando all'entroterra, un caratteristico borgo toscano è Capalbio, piccolo capolavoro rinascimentale soprannominato "la piccola Atene", anche se il luogo più particolare lo troverete a Gravicchio, sua piccola frazione, dove sulla collina è adagiato il giardino dei Tarocchi (link) si tratta di un piccolo parco fiabesco che ospita 22 opere dell'architetto francese Niki de Saint Phalle, chiaramente ispirato dalle opere del maestro catalano Antoni Gaudì.

Pitigliano panorama Toscana
foto di gari.baldi su Flickr
Infine due piccole perle: Pitigliano e Santa Fiora. Il primo è un borgo medievale di origine etrusca che sorge su un promontorio di roccia (tufo). Assolutamente da visitare il caratteristico centro storico noto come "La piccola Gerusalemme" per la presenza di un'antica comunità ebraica.
Il secondo, costruito sulla cosidetta "roccia di Santa Fiora" (nota anche con il nome di Peperino grigio), è noto per aver ospitato nei secoli le famiglie degli Aldobrandeschi e degli Sforza.
Santa Fiora viene chiamata anche la "città dell'acqua" per l'elevato numero di sorgenti che confluiscono nella Peschiera. Una piccola dritta per coloro che ci andranno: assolutamente da provare è la schiacciata con castagne e rosmarino al Forno dei Papi... una squisitezza che si esalta accompagnata al lardo di colonnata e alla pancetta!

PARCHI, TERME E BELLEZZE NATURALI


Anche coloro che prediligono imergersi nella natura non rimarranno delusi dalla Maremma. Quasi al confine con il Lazio, l'Oasi WWF Laguna di Orbetello è una delle più importanti d'Italia grazie alla sua posizione sulla rotta delle specie migratorie. Tra le numerose varietà di uccelli spiccano il Cavaliere d'Italia ed il Fenicottero Rosa, le cui colonie attirano numerosi visitatori al parco, aperto dal 1° settembre al 1° maggio ma visitabile anche negli altri mesi su prenotazione.

Parco Maremma
Foto tratta dall'album di Steve Walesh su Flickr
Il Parco regionale della Maremma, noto anche come Parco dell'Uccellina dal nome dei monti che si trovano al suo interno, possiede una grande varietà di specie vegetali ed animali. Numerosi sono gli itinerari che si possono seguire nel bosco e lungo il tratto costiero. L'accesso è al Centro visite di Alberese in via Bersagliere, 7/9.
Infine, dopo le fatiche del tour dei luoghi proposti, cosa c'è di meglio delle Terme di Saturnia? Con le sue acque termali sulfuree a 37,5° è il luogo ideale per rilassarsi

Altre foto della Maremma le trovate nell'album "Toscana: girovagando..." su Facebook.

Qui potete vedere la collocazione dei posti segnalati in questo post (via MapTalks): 


Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento