lunedì 26 settembre 2011

Viaggiare indipendenti nel Sudest Asiatico

Il Norcenni Blog Tour non mi ha dato solo la possibilità di scoprire un posto assolutamente delizioso nel cuore della Toscana ma anche di conoscere delle persone straordinarie. Come Leonardo e Veronica del blog Life in Travel, due viaggiatori indipendenti, simpatici e curiosi, appena tornati da un viaggio di 10 mesi in... scopritelo nel loro racconto! PS: sono loro anche tutte le bellissime fotografie presenti nel post....
piantagioni tè Malesia
Una delle mete più gettonate dai backpackers di tutto il mondo è il sudest asiatico. Thailandia, Laos, Vietnam, Cambogia e gli altri paesi dell'area sono posti ideali per viaggiatori low cost che non amano pacchetti turistici mordi e fuggi!
La gente qui è molto amichevole e ben disposta ad aiutare eventuali turisti in difficoltà.
Non si può dire manchino i mezzi pubblici anche se a volte ci si deve adattare: capita spesso di ritrovarsi su un furgoncino con decine di persone stipate tra bagagli, scatole e pacchetti, animali domestici, piante e chipiùnehapiùnemetta...ma anche qui sta l'avventura!
vulcano Tengger

L'ideale punto di partenza per un impatto soft con il clima e la gente d'asia è Bangkok, turistica ed occidentalizzata quanto basta. Si dovrà però attendere poco per ritrovarsi tra risaie punteggiate di mondine dai cappelli conici: la Thailandia non è solo meta del becero turismo sessuale di affaristi e faccendieri d'ogni dove, ma è anche splendida nazione dalla natura rigogliosa e dalla storia millenaria.
Per chi ama l'avventura, passare in Laos è come entrare in un parco dei divertimenti gigantesco. Strade contorte e disastrate punteggiate di villaggi di etnie dai costumi tradizionali sgargianti, percorrono il montuoso territorio del nord mentre il ritmo lento e pacato del Mekong contagia la vita di tutti i giorni nel placido e soleggiato sud.
La Cambogia di Angkor non si è ancora ripresa dalla devastazione dei terribili Khmer Rossi ma il sorriso è tornato a splendere sui volti dei suoi poveri abitanti. Il caotico tram tram vietnamita ha il suo culmine tra le vie di Ho Chi Minh City, mentre una crociera tra le mille isole di Halong bay è un "must do" di ogni viaggiatore che si voglia definire tale.
Il Myanmar è accessibile solo dal cielo, ma una volta atterrati si verrà subito conquistati dall'affabilità di un popolo tutt'ora martoriato dalla presenza di una giunta militare che ogni anno costringe migliaia di sfollati a fuggire verso il confine thailandese.

Kompong Luong Cambogia

Malesia ed Indonesia infine rappresentano mete perfette per gli amanti di città multietniche (Georgetown e Malacca su tutte) e del viaggio naturalistico: vulcani, isole tropicali e laghi colorati, animali buffi e giganteschi accoglieranno il viaggiatore tra una pietanza indiana ed una cinese.
Insomma, un viaggio tra i Paesi del sudest asiatico è un viaggio in un mondo lontano e pacifico, dove il visitatore è accolto come un ospite sacro, da coccolare e rispettare, spingendolo a rimanere rispettoso ed educato nell'approccio con la popolazione locale... il luogo ideale per un'avventura fuori dagli schemi comuni!

Un viaggio in Australia ha dato la nascita a Life in Travel che, divenuto adolescente, ha accolto tra le sue pagine la montagna, la MTB e la fotografia, tutte grandi passioni che Leo e Vero condividono insieme a quella originaria...i viaggi!

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e adesso anche su Twitter!

Posta un commento