martedì 11 ottobre 2011

Consigli per visitare Bruges: una guida made by locals

visitare Bruges
Non c'è modo migliore per visitare una città di quello di farsi accompagnare da un abitante del posto. Su questo penso che non ci siano dubbi... Spesso però è difficile avere un amico che ci faccia da Cicerone ed allora si ricorre a quelle che io definisco le "guide-fai-da-te": un groviglio di fogli (nel mio caso) dove abbiamo stampato/annotato tutte le informazioni che siamo riusciti a racimolare da chi c'è già stato o su internet cercando nei blog di viaggi, nei siti specializzati e nei forum.
Come ho già segnalato mesi fa parlando di Bruxelles e di Bruges (in fondo trovate tutti i post relativi) esistono una serie di guide gratuite "made by locals for young travellers" che sono una fonte preziosa di informazioni per tutti coloro che visitano le principali città del Belgio.

Si chiamano USE-It e sono delle "free map" che trovate in tutti gli uffici turistici belgi. Ovviamente anche Bruges ha la sua; poteva la città più turistica del Belgio, soprannominata "la Venezia del Nord" (per i ponti ed i canali ma anche per il numero di turisti, fanno notare quelli di  USE-IT...).

Se volete darci un'occhiata prima di partire si possono scaricare anche dal sito e volendo si possono stampare, anche se forse è più pratico prenderle direttamente in loco: le cartine sono grandi come un foglio A3 e presentano una mappa della città su entrambi i lati (sezione giorno e sezione notte) con l'indicazione di 86 luoghi consigliati dai "locals", tra ristoranti, locali e pub, attrazioni (anche quelle Tourist Classic che non possono non fare parte anche di una guida che si pone come "alternativa"), negozi, mercati e cose da non perdere!

visitare Bruges

Tra i "local tips" vi suggerisco:
  • il panorama dall'alto del Belfort (Belfry per i locali | leggi il post), la torre che svetta nella piazza del Mercato (il Markt): costa ben 8 € ma si ha una visuale spettacolare! Corre voce che nelle giornate limpide si possa vedere fino al Mar del Nord, ma nessuno si ricorda quando è stata l'ultima volta in cui il cielo sia stato così terso :-) A dicembre i lavori in corso impedivano di affacciarsi sui tutti e 4 i lati ma per fortuna la vista del Markt e delle deliziose casette fiamminghe che vi si affacciano non era preclusa. Informatevi comunque prima di salire.
  • Medard (20 metri dal Markt): un locale a gestione familiare dove nel pomeriggio si può gustare un waffle al cioccolato ed un caffè a 3,35 €. Per chi non può fare a meno degli spaghetti, la porzione piccola costa 3 € e riscuote un grande successo ma non l'ho personalmente provata...
  • il Latenight Drink in Grauw Werkerstraat (2 minuti dal Markt), un pub aperto fino alle 5 del mattino dove gustare dell'ottima birra belga (aperto dal martedi alla domenica)
  • il Battle of the Fries: due furgoni verdi piazzati di fronte il Belfort che vendono delle patatine fritte strepitose, quasi quanto quelle della Maison Antoine di Bruxelles.
visitare Bruges

Per finire aggiungo una dritta che non è scritta nella guida: spesso si arriva a Bruges per una visita che dura dalla mattina alla sera, arrivando in treno da Bruxelles. Se vi recate nei finesettimana acquistate il biglietto speciale "Weekend Ticket": costa il 50% del prezzo regolare, 13,80 € (invece di 27,40 €) per l'andata e il ritorno (anche non in giornata!) ed è valido dalle 19 del venerdi a domenica notte.

Nel periodo natalizio invece è in vendita lo "Shopping Ticket": solo 9,50 € a persona per l'andata e il ritorno in giornata, valido nel finesettimana.

Qui trovate altre fotografie di Bruges!

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento