martedì 29 novembre 2011

Polonia da scoprire: il castello medievale di Malbork!

castello Malbork Polonia
Immenso, scenografico, impenetrabile. Sono i primi aggettivi che vengono in mente pensando al Castello di Malbork, in Polonia, la costruzione medievale in mattoni più grande del mondo ed una delle più imponenti. La vista dal fiume Nogat è incomparabile, con i massicci bastioni  che circondano il lato est, le torri, il palazzo che si sviluppa per quattro piani e le tre diverse parti che costituiscono il complesso di color rosso... mattone.
Alla città di Malbork, fondata dai Cavalieri dell'Ordine Teutonico nel 1240 al fine di cristianizzare la Prussia, si arriva abbastanza facilmente in treno da Danzica, dalla quale la separano poco più di 60 km.

Fino alla fine 2^ Guerra Mondiale la Pomerania era territorio tedesco ed il vecchio nome, Marienburg, significa "Castello di Maria", la patrona dell'Ordine che per esteso si chiamava Cavalieri dell'Ordine Teutonico degli Ospedalieri di Santa Maria Vergine a Gerusalemme, riconoscibili per il manto bianco su cui era impressa una croce nera.

castello Malbork Polonia
foto di intellidryad su Flickr
Fu il Gran Maestro dei Cavalieri Teutonici Siegfried von Feuchtwange a iniziare la costruzione nel 1270 di quello che in origine era un convento e poi divenne una vera e propria fortezza. Si distinguono la parte più antica, quella appunto dell'ex monastero (chiamata anche Castello Alto o Castello dell'Assemblea), il Castello di Mezzo iniziato a costruire nel 1310, che ospita le abitazioni (nel periodo di maggior splendore all'interno delle mura la popolazione raggiungeva le 3000 unità) e il Palazzo dei Gran Maestri edificato nel 1328.

castello Malbork Polonia
foto di futureshape su Flickr
Per ammirarlo in tutta la sua imponenza, è consigliabile andare sull'altra sponda del fiume passando sul ponte: in questo modo potete avere un colpo d'occhio su tutta l'area che occupa oltre 20 ettari!
Il castello è stato più volte restaurato, l'ultima volta dopo la 2^ Guerra Mondiale in seguito al bombardamento dei nazisti che per un periodo lo avevano anche scelto come base operativa.
Oltre al Palazzo dei Gran Maestri, un gioiello d'architettura medievale, non perdetevi:
  • la Porta d'Oro originale del XIII secolo con archi a sesto acuto e un'immagine del Cristo sulla chiave di volta
  • il refettorio estivo a volte di epoca tardo gotica sostenute da una colonna di granito
  • il museo ospitato nel Castello di mezzo, con una vasta collezione di armature antiche, monete e manufatti in ambra
  • la Cappella di Sant'Anna del 1331 che custodisce le tombe di 11 Gran Maestri
  • il cortile porticato a volte triangolari gotiche del Castello Alto.
(Foto in alto tratta dall'album di Arian Zwegers su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento