venerdì 20 gennaio 2012

Alcune delle spiagge più belle che ho visto! 7 wonders of mine, contest for Trippando

7 spiagge meravigliose. Le mie 7 meraviglie :-) insieme al racconto di come sia nato il mio amore per la spiaggia.
wonderful beaches
Le etichette non mi stanno molto simpatiche. Mi piace viaggiare e parlare di viaggi ma non sono assolutamente uno scrittore. Il racconto che seguirà queste righe introduttive è il frutto di una promessa fatta a Silvia Ceriegi del blog Trippando in occasione del suo primo concorso: una promessa in premessa quindi. Mi sono buttato a occhi chiusi senza sapere quanto fosse profonda la piscina (e chi lo avrebbe immaginato che avrei dovuto scrivere in inglese?), ma è stato molto divertente :-)

Il tema del contest lanciato dai blog Trippando e Travel – Moments in Time in collaborazione con l'hotel Residence "Le Acacie" sull'isola d'Elba è la "spiaggia" e questo è il racconto con cui partecipo (dopo il testo in inglese trovate la traduzione in italiano):

7 WONDERS OF MINE


"Take me to my beach"! Just like the refrain of an All Saints' song, soundtrack of an (un)forgettable film with Leonardo di Caprio, "the place where I love to be" is a pure shore. In every season, at whatever latitude. It doesn't matter if there's sand or rocks, stones or pebbles. I think I always have had a true, intensive, deep passion for it: the soft touch of the sand under my feet and the smell of the saltiness rising up from the tide simply make me happy :-)
Since when I was a child I used to stay all day long in the sandy beach of Igea Marina, on the Adriatic Riviera, during my family's holidays, a couple of weeks. In that time "beach" meant playing bowls, rackets and soccer or building something similar to a sand castle (this kind of sculptures was not "my way"...). Sometimes my father took me from my legs and traced a path with my back for small glass balls competions....!
Growing up this feeling with the beach and the sea didn't stop and together with my girlfriend I have seen several wonderful places wandering around our wonderful Italy and sometimes around the world :-)
Wich one I love the most? Everyone, I swear.
We prefer the solitary beaches, far away from the the crowd. Those ones you cannot find easily.
Anyway.... I actually love them all!

I was at the seventh sky where I saw for the first time the colors of Cuba
(Ero al settimo cielo quando vidi per la prima volta i colori di Cuba)

Varadero beach
and didn't imagine how amazing could be the wildness of Portugal.
(e non immaginavo quanto può essere sorprendente la natura selvaggia del Portogallo)

Praia do Guincho -  endless autumn
Croatia! Lot of small beaches, clear waters.
(Croazia! Un sacco di piccole spiagge, acque trasparenti)

Murter
Would you like laying on the beach and catching tan near a... cow? It is possible, in Corsica.
(Ti piacerebbe sdraiarti sulla spiaggia e prendere la tintarella vicino a una.... mucca? E' possibile, in Corsica).

Lodo, desert of Agriates
Red Sea: swimming with coloured fishes is indescribable....
(Mar Rosso: nuotare con i pesci colorati è indescrivibile...)

Abu Dabab - Gigi Ibrahim
And what about the immaculate beaches of Ireland?
(E cosa dire sulle spiagge immacolate dell'Irlanda?)

Dingle peninsula
Porto Badisco in Apulia, the mythical landing place of Enea... spectacular! But better going there off season.
(Porto Badisco in Puglia, il mitico approdo di Enea... spettacolare! Ma meglio andarci fuori stagione).

Porto Badisco - loloieg
"Portami alla mia spiaggia"! Come il ritornello di una canzone delle All Saints, colonna sonora di un (in)dimenticabile film con Leonardo di Caprio, "il posto dove amo stare" è una spiaggia immacolata. In ogni stagione, a qualunque latitudine. Non importa se c'è la sabbia, pietre o sassi. Penso di aver sempre avuto una vera, intensa, profonda passione per la spiaggia: il tocco morbido della sabbia sotto i miei piedi e il profumo della salsedine che sale dalla marea mi rendono semplicemente felice :-)
Quando ero un bambino ero abituato a stare tutto il giorno sulla spiaggia sabbiosa di Igea Marina, sulla Riviera Adriatica, durante il paio di settimane di vacanza della mia famiglia. In quel periodo "spiaggia" significava giocare a bocce, a racchettoni e a pallone o costruire qualcosa che somigliasse a un castello (fare sculture di sabbia non era la mia vocazione...). Qualche volta mio padre mi prendeva per le gambe e tracciava un percorso con il mio sedere per giocare con le biglie di vetro...!
Crescendo il mio sentimento verso la spiaggia non è diminuito ed insieme alla mia fidanzata ho visto molti splendidi posti girovagando per la nostra splendida Italia e talvolta anche per il mondo :-)
Quale amo di più? Tutte, lo giuro.
Noi preferiamo le spiagge solitarie, lontane dalla folla. Quelle che non si trovano facilmente. Anche se, alla fine, le amo davvero tutte!

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento