giovedì 5 gennaio 2012

Il Giappone dice NO ai 10.000 voli gratuiti per gli stranieri...

Vi ricordate della notizia che uscì circa 3 mesi fa sui 10.000 voli gratuiti che il Giappone avrebbe regalato ai turisti stranieri per far visita al Paese del sol levante in primavera? Purtroppo - come avevo scritto nonostante molti media la dessero per certa - era solo un'ipotesi che doveva passare al vaglio del governo giapponese e.... non è passata :-( il progetto "Fly to Japan" è stato bocciato.

Una brutta notizia per tutti coloro che, come me, speravano almeno di partecipare all'iniziativa e (perchè no?) essere tra i fortunati vincitori del volo gratuito.
Tra le motivazioni che potete leggere sulla versione inglese di numerosi siti giapponesi (ad esempio su www.seejapan.co.uk oppure su Japan Tourism Agency) emerge la volontà del governo giapponese di non apparire insensibile nei confronti di tutte le persone travolte dallo tsunami regalando voli gratuiti quando ci sono ancora molte città e villaggi che attendono ancora fondi per la ricostruzione e versano in condizioni disagiate.

Una ragione senza dubbio nobile, che però non credo sia lungimirante.... i bisogni della gente vengono ovviamente per primi ed il budget che il governo nipponico avrebbe dovuto stanziare sarebbe stato senz'altro notevole, ma il ritorno mediatico lo sarebbe stato altrettanto!
Basta pensare a quanta risonanza ha avuto la semplice indiscrezione sui 10.000 voli gratis!
Sebbene le agenzie giapponesi parlino di ritorno alla normalità in quasi tutto il Giappone, sottolineando che i luoghi più turistici come Tokyo, Kyoto, Hiroshima, Sapporo, Osaka e Okinawa non siano stati toccati, il turismo stenta a decollare e questo significa meno entrate nelle casse dell'economia giapponese.
La testimonianza di entusiasti "reporter di viaggio" (questa la condizione necessario ipotizzata quando uscì la notizia) avrebbe dato sicuramente un bello slancio.
Speriamo che il governo giapponese ci stupisca con un'altra iniziativa.

Ti potrebbero anche interessare:
(Foto in alto tratta dall'album di kara brugman su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e adesso anche su Twitter!


Posta un commento