lunedì 16 gennaio 2012

Da non perdere in Portogallo: la scalinata del santuario Bom Jesus do Monte a Braga

Scalinata Braga
Uno dei luoghi più belli che potete visitare in Portogallo è il Santuario Bom Jesus do Monte a Braga. O meglio, l'Escadaria, l'imponente e scenografica scalinata che conduce alla chiesa dopo un percorso a zig zag di circa 450 scalini.

Il panorama che si gode dal sagrato dell'igreia (chiesa in portoghese) è impagabile, a meno che non vi capiti una giornata nuvolosa che blocchi la visuale... come in parte è successo a noi :-( 
Foschia in piena estate, può capitare anche questo nel Minho, la regione più a nord del Portogallo che prende il nome dal fiume che delimita il confine con la Spagna.

Nella parte meridionale si trovano Guimaraes e Braga, due città assolutamente da non perdere! A pochi km da quest'ultima si trova il Monte Espinho, dove da un'altezza di 116 metri rispetto alla base della scalinata si trova il santuario.
La forma attuale della chiesa di Bom Jesus venne assunta agli inizi del XIX secolo, ma l'origine del santuario si fa risalire al XIV secolo, molto prima della costruzione della splendida scalinata voluta dall'arcivescovo di Braga nel 1722.

Se arrivate a Braga con mezzi pubblici potete raggiungere il santuario con il bus che parte dal centro città, se invece disponete di un mezzo vostro spero proprio che nel corso di questi ultimi anni la segnaletica sia stata migliorata... anche senza navigatore potete comunque ricorrere alla gentilezza portuguesa :-)

Il bus porta alla base della scalinata e per arrivare in cima avete due possibilità:
  1. farsi tutti gli scalini a piedi.... una vera Via Crucis (in tutti i sensi!)
  2. prendere la funicolare del 1882 (con un paio di euro si acquistano i biglietti di andata e ritorno)
In realtà c'è anche una terza possibilità, ma solo per coloro che sono "motorizzati": c'è infatti anche una stradina tutta curve che porta fino al parco in mezzo al quale è collocato il santuario.
Un consiglio? Se non avete problemi di salute ed i tempi ristretti, fatevi la scalinata a piedi! Solo così potete apprezzare la bellezza di questa lunghissima scalinata in stile barocco!

foto di Dmitry Shakin
Come detto in precedenza la scalinata riproduce il percorso della Via Crucis e nella prima parte ad ogni rampa di scale si trova una cappella: si comincia con la cappella dell'Agonia di Cristo nel giardino e la cappella dell'Ultima Cena e si prosegue con la cappella del Bacio di Giuda, quella delle Tenebre e su su verso l'alto fino alle cappelle della Crocefissione e di Simone il Cireneo.

Da qui in poi le rampe si fanno più corte e ravvicinate e prendono il nome di Scala dei Cinque Sensi, così chiamate dalle cinque fontane che rappresentano la vista, l'udito, l'olfatto, il gusto ed il tatto. Ai piedi di questa si trova la Fontana delle Cinque Ferite di Cristo, che per il pellegrino che percorre sulle ginocchia l'Escadaria simboleggia la purificazione dello spirito.

foto di ericdeperic
Dopo questo secondo tratto (ognuno costruito in periodi diversi) si affronta l'ultimo, la Scala delle Tre Virtù, la carità, la fede e la speranza. Anche queste raffigurate in statue e fontane che accompagnano il fedele alla Fontana del Pellicano e al sagrato del santuario.

La chiesa cattolica, non molto grande, presenta tre navate molto alte, riccamente affrescate e colme di sculture rococò, così come mi è capitato di vedere in altre città portoghesi.
Da non perdere la Crocefissione posta sopra l'altare maggiore e la scultura in legno della Madonna con sette pugnali conficcati nel petto.

foto di youngdoo
La statua del Bom Jesus, a cui è dedicato il santuario, si trova invece in una delle altre quattro cappelle.

(foto in alto tratta dall'album su Flickr di Camila Masiero)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e adesso anche su Twitter!

Posta un commento