lunedì 5 marzo 2012

Cosa vedere a Bruges: il Belfort, la torre campanaria simbolo della città

Belfort BrugesBruges è un goiello di città che ti rimane nel cuore e nella memoria per le vie lastricate, l'architettura tipica del nord Europa dei suoi edifici medievali ed i piccoli canali che le conferiscono un'aspetto a metà tra il romantico ed il malinconico. In definitiva si potrebbe dire che quel che vale la pena di vedere a Bruges è Bruges stessa. Il modo migliore per godersela è semplicemente camminare, camminare, camminare. O in alternativa farsi un bel giro in carrozza o sulle piccole imbarcazioni che con la bella stagione solcano le acque della piccola Venezia del Nord.
Molti associano una visita di Brugge, il suo nome in fiammingo, a quella di Bruxelles, riservandole spesso una sola giornata... ed è un peccato! Proprio per la mancanza di tempo qualcuno rinuncia a salire sulla torre dell'orologio, patrimonio dell'Unesco, che domina la piazza del Markt: il Belfort.

La coda che anche noi abbiamo trovato all'ingresso è un pò scoraggiante, ma niente a che vedere con le file per entrare al Colosseo, ad esempio :-) E' comunque un'attesa che secondo me poi ripaga con gli interessi, perchè al di là delle sale del Bruggemuseum-Belfort a cui si accede nel percorso di salita, che racchiudono preziosi documenti storici tra cui le carte originali della città risalenti al Medioevo, il panorama dal tetto, poco sotto gli 83 metri di altezza della torre, è bellissimo.

panorama Bruges Markt

E le casette del XVII secolo che si trovano sul lato opposto del Belfort sono ancora più carine viste dall'alto!

Prima di arrivare al punto di osservazione bisogna farsi ben 366 gradini, buona parte dei quali disposti su una scala a chiocciola, cercando di appiattirsi il più possibile sulle pareti laterali del vano scale in modo da lasciare lo spazio a coloro che vanno nella direzione opposta...
belfort tower bruges belgioLa Belfry tower (Belfort significa torre civica e Belfry è il nomignolo che le hanno dato i suoi concittadini) risale al XII secolo ed è il simbolo della città. Un edificio che è visibile quasi da ogni punto del centro e che fa sentire la sua presenza ad ogni ora grazie allo scampanio delle sue 47 campane! Se siete curiosi di vedere come funziona il meccanismo, potete osservare il grosso carillon manuale mentre è in azione (si trova poche decine di gradini sotto il tetto).

Altre fotografie di Bruges potete vederle nell'album su Facebook.

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento