venerdì 9 marzo 2012

Da vedere in Alsazia: Neuf-Brisach, la città francese a forma di ottagono

Neuf-Brisach
Pensate ad una vacanza rilassante, tra paesaggi rurali e cittadine rinascimentali? L'Alsazia è la soluzione perfetta per un viaggio 4/5 giorni! Facciamo una settimana! :-) Lungo la Route de Vins che scorre quasi parallela al confine tra Francia e Germania, potrete scoprire dei piccoli gioielli come Colmar e andare in visita a Strasburgo, il crocevia d'Europa. Senza tralasciare un giro a Neuf-Brisach, la cittadella dalla forma ottagonale.

Vista dall'alto questa piccola città francese di frontiera sembra tracciata con squadra e righello... le massicce mura esterne compongono un ottogano regolare al quale si accede attraverso quattro porte disposte secondo i punti cardinali: a partire da sud in senso orario ci sono la Porte de Colmar, Porte de Strasbourg, Porte de Bale e Porte de Belfort.

Neuf-Brisach
foto tratta da Wikipedia
Al centro di una griglia regolare di strade disposte ortogonalmente (9 orizzontali e 9 verticali) si trova la Place d'Armes, di forma quadrata, circondata dagli alberi. Ogni minuscolo isolato racchiude una piazzetta... in totale sono 48, le ilots, tutte uguali! In sostanza Neuf-Bisach è un piccolo capolavoro di architettura, oltre che una cittadella fortificata inespugnabile.
La sua costruzione si deve all'architetto militare Vauban che le fece erigere tra il 1698 ed il 1707 a poca distanza dal Reno che segnava il confine, circondata da una serie di bastioni, fossati e barriere esterne a forma di doppia stella, oggi coperte in buona parte dalla vegetazione ma ancora visibili.

Neuf-Brisach
Neuf-Brisach

Da non perdere:
  • un giro fuori dalle mura (il cui perimetro è di circa 900 metri )
  • il museo Vauban, con il plastico che illustra il complesso sistema di difesa
  • l'Eglise St-Louis dedicata a Luigi XV
  • un salto da una piazzetta all'altra per scoprire ogni angolo di questa deliziosa cittadella
(Foto tratte dall'album di geoterranaute su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento