mercoledì 25 aprile 2012

Guida all'Islanda, consigli pratici: il volo aereo e l'auto

L'Islanda è una terra che mi ha sempre affascinato e prima o poi spero di poterci andare! Quando ho letto l'ultimo post di Liliana Monticone sulla laguna Jökulsárlón ho pensato che fosse la persona più adatta a cui chiedere dei consigli. E' nata così una piccola guida pratica all'Islanda che magari potrà essere utile a tutti coloro che sognano un giorno di andare a vedere l'Isola di ghiaccio. Buona lettura!

Islanda

Ringrazio Alessandro per l’ospitalità e per l’opportunità di scrivere questo post per un luogo che è rimasto tra i preferiti tra quelli che ho avuto la fortuna di visitare. L’Islanda.
Adoro il nord Europa e più volte, ho avuto modo di cogliere i diversi aspetti e peculiarità che uno stesso Paese può offrire nelle diverse stagioni, ma l’Islanda, in inverno, lascia un segno.
Premetto che è passato qualche anno e il viaggio è stato fatto con nostra figlia che all’epoca aveva 4 anni, e sicuramente anche questo ha contribuito a rendere davvero unica l’esperienza.

Ecco alcuni consigli pratici che normalmente utilizzo io, alcuni sono validi anche per altri luoghi, altri invece sono abbastanza peculiari di questo meraviglioso luogo così unico.

Viaggio sempre con un occhio al portafogli. Questo non significa volere a tutti i costi spendere la cifra più bassa possibile, ma avere il meglio con il budget il più limitato possibile. Se posso dimezzare il costo del volo partendo di martedì lo faccio, perdermi – per risparmiare - un volo in elicottero su un panorama mozzafiato non lo faccio!

Islanda

VOLO AEREO.


Consiglio l’Iceland Express la compagnia lowcost dell’Iceland Air. E’ il modo più economico per raggiungere l’Islanda, anche se non è un metodo economico. Raccomando di iscriversi alla newsletter. Spesso vengono comunicate delle offerte che consentono di ridurre notevolmente i costi di volo. Solitamente i voli più economici si spuntano da Londra: stesso aeroporto Ryanair (Stansted), quindi estrema comodità per risparmiare sui tempi e i costi degli spostamenti. In più, per me, per raggiungere Londra, l’aeroporto di Genova spunta ottime tariffe.
Aggiornamento del 30 aprile: una piacevole sorpresa! Tra le nuove rotte di Easyjet è presente Reykjavik! Il collegamento è da Londra Luton e non si tratta di una rotta solo estiva. E' possibile prenotare fin da ora e i costi, pur restando chiaramente più alti di una qualsiasi tratta Milano-Londra, stanno diventando a questo punto veramente molto molto più appetibili!

 Islanda

PRENOTARE TUTTO ONLINE? MEGLIO DI NO....


Dal loro sito sono inoltre infinite le possibilità offerte e da qui potete già farvi un’idea di tutto ciò che si può fare. Hanno convenzioni con i maggiori servizi di turismo e quasi tutti hanno i prezzi pubblicati online, abitudine del Nord Europa che sarebbe tanto bello e comodo che anche noi prendessimo. Scegliete le attività che più vi aggradano e poi… prenotate tutto direttamente sul posto, sono agenzie molto serie e attente al cliente. Tenete presente che potrà capitarvi, direttamente al porto, di incontrare piccoli pescatori e guide che offrono in autonomia gli stessi servizi, ma, non potendosi permettere l’inserimento nei principali circuiti turistici, lo fanno a prezzi ridotti. Starà chiaramente a voi, sul momento, verificarne l’affidabilità. Tenete presente che in Islanda tutti parlano inglese, quindi una semplice infarinatura vi permetterà di comunicare senza alcun problema.

Islanda 

COME SPOSTARSI: L'AUTO


L’Islanda è da vivere in assoluta libertà. Non esiste alcuna rete ferroviaria e, soprattutto fuori stagione, può risultare difficoltoso muoversi con i mezzi pubblici fuori dai centri abitati. Noi abbiamo affittato un fuoristrada Hertz contestualmente al volo per usufruire dello sconto maggiore. Verificate sempre al momento della prenotazione l’opzione migliore. Se però mi capitasse – come spero – di ritornare, cercherei di affittare i loro fuoristrada, soprattutto per un viaggio-avventura fuori stagione. Tutti i loro mezzi, privati e non, hanno ruote con diametro maggiorato (sì, come quelle che si vedono nei film!) che permettono di affrontare qualsiasi condizione del terreno e del meteo in maniera decisamente più agevole che con “semplici” gomme invernali chiodate.

Islanda

CARBURANTE


Oggi non è più un grosso problema trovarlo, è raccomandabile però – soprattutto in inverno – non scendere oltre la metà del serbatoio. Ma questo vale un po’ per tutte le condizioni estreme di viaggio. Se si è costretti ad una pausa forzata (non a causa dell’auto) non è piacevole dover spegnere il motore – e il conseguente riscaldamento – per mancanza di carburante!

CARTA DI CREDITO


Accettata ovunque anche per il pagamento di pochi spiccioli. Non abbiamo mai visto una moneta del luogo. Non serve cambiare.

Vi sono piaciuti i consigli di Liliana? Nei prossimi giorni ci parlerà di Reykjavik, della prima notte e di molto altro ancora!...

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento