mercoledì 29 agosto 2012

Malga Ritort: squisite specialità trentine a Madonna di Campiglio

Malga Ritort Madonna Campiglio
Era una notte buia e tempestosa... Potrebbe iniziare così il racconto della nostra esperienza alla Malga Ritort, un caratteristico rifugio alpino che si trova in posizione panoramica all'interno del Parco Naturale Adamello-Brenta. La piccola compagnia del MinubeTrip reduce da un'altra intensa giornata stava salendo in quota a bordo del suo mitico minivan accompagnata dal tipico acquazzone di luglio, intenso ma breve, ed eccoci finalmente a fare la conoscenza dello chef che con maestria parole ci illustra quale sarà il menù della serata.

Da leccarsi i baffi! Si comincia con un abbondante piatto di salumi (speck, mortandela, spressa...), pasta fritta (quelli che a Firenze chiamiamo "coccoli" e che in Trentino non ho ben capito come sono battezzati) e formaggi di malga, per poi proseguire con quello che a mio giudizio sarà il top della cena: agnolotti con formaggio fuso e teroldego in un paniere di formaggio (10 e lode solo per la presentazione! Squisito l'abbinamento dei sapori) e un più semplice ma altrettanto gustoso risotto con funghi porcini.

Malga Ritort Madonna Campiglio

Il secondo ci trova piuttosto sazi ma come fare a resistere e a non assaggiare lo stufato di cervo? I piatti sembrano moltiplicarsi a vista d'occhio e in men che non si dica compaiono sul tavolo lo stinco, la carne salada ed un'ottima polenta!

Malga Ritort Madonna Campiglio
Malga Ritort Madonna Campiglio

C'è ancora posto per il dolce? No, per lo strudel però si puo' fare un'eccezione :-)

Malga Ritort Madonna Campiglio

Una magnifica sequela di specialità trentine non potevano avere come epilogo un goccetto di grappa... oltre una decina aromatizzate (quella alla liquirizia riscuote un certo successo) ed altrettante "liscie", la scelta è molto ampia.

Malga Ritort Madonna Campiglio

In conclusione, un ristorante-gourmet che merita veramente una sosta!

Se ci andate quando il sole è alto, potete lasciare l'auto a Patascoss e raggiungere la malga a piedi seguendo un sentiero della durata di circa 20 minuti. Arrivati in vetta sarete ripagati dalla cucina e dal panorama che abbraccia le montagne del Brenta (bellissimo anche di notte illuminato dalla Luna!).
D'inverno si puo' raggiungere il rifugio anche su gatto delle nevi o motoslitta, oppure, per una serata all'insegna del romanticismo, su slitta trainata da cavalli o cani, solcando le nevi di un paesaggio da fiaba.

La Malga Ritort è aperta dal 1° giugno al 30 settembre e dal 1° dicembre al 30 marzo.
Sito web: www.rifugicampiglio.it (i posti interni sono 60, quelli esterni 100; consigliabile la prenotazione allo 0465.446006)
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento