lunedì 1 ottobre 2012

Eurobirdwatch 2012 e BiBiWu: un weekend per osservare gli uccelli migratori e scoprire il Bike Birdwatching!

European Birdwatch Lipu Bike Birdwatching
Nei mesi di ottobre e novembre l'Italia è attraversata ogni anno da migliaia e migliaia di uccelli migratori provenienti dall'Europa settentrionale che si dirigono verso l'Africa. Vi sarà capitato di osservarli in cielo, leggeri ed armoniosi, nella classica formazione a V. Aironi, bianconi, anatre e tantissime altre specie, alcune delle quali non sono in transito ma in arrivo per svernare nel nostro Paese da zone più fredde o per riprodursi. Se amate il birdwatching questo è uno dei periodi migliori dell'anno! Il prossimo weekend in particolare (6-7 ottobre) ci sarà l'occasione di ammirare questo spettacolo nelle 28 Oasi e Riserve Lipu ed in altre aree umide, costiere e montane, aperte per l'annuale European Birdwatch.

L'evento - organizzato in Europa dalla BirdLife International ed in Italia dalla LIPU (Lega Italiana Protezione Uccelli) in collaborazione con il Corpo Forestale di Stato - lo scorso anno ha permesso di osservare in tutta la penisola ben 256 specie di uccelli selvatici e in questa 19^ edizione è previsto un numero di avvistamenti maggiore che arriverà a superare le 300 specie!

European Birdwatch Lipu Bike Birdwatching

L'inaugurazione dell'European Birdwatch ci sarà sabato 6 ottobre a Tornavento (VA) nel Parco del Ticino, dove verrà presentata una novità che farà piacere a chi all'osservazione degli uccelli in natura piace abbinare il piacere di una pedalata: il BiBiWU, una sigla che sta per Bike BirdWatching
Di cosa si tratta? Di un carrello monoruota (di 6 Kg di peso) da attaccare alla bicicletta per trasportare tutto ciò che serve, un binocolo, un cannocchiale, uno zaino fotografico dove possa trovare posto una macchina fotografica e un cavalletto, abiti, cibo ed anche un più ingombrante “capanno mobile pieghevole” per un massimo di 25 Kg di portata totali. Un modo differente e sostenibile di vivere l'esperienza del birdwatching!

Armatevi quindi di binocolo, scarpe comode adatte per terreni paludosi o boscosi, k-way (in caso di pioggia) e un po' di pazienza... In programma ci sono parecchie passeggiate, visite guidate ed anche gite in bicicletta ed in barca, tutte a partecipazione gratuita ma con spesso con prenotazione obbligatoria, quindi è opportuno dare un'occhiata all'elenco completo delle attività sul sito della LIPU e telefonare all'oasi/riserva/delegazione che vi interessa.

(Le foto in alto sono state scattate al Parco del Delta del Po).

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento