martedì 8 gennaio 2013

Dolce Aveiro, la piccola Venezia del Portogallo

moliceiros Aveiro
Aveiro, nella provincia centro-settentrionale di Le Beiras, non è esattamente una meta turistica. In generale si può affermare che tutta questa regione del Portogallo compresa tra il Douro e l'Estremadura non sia molto pubblicizzata, eppure i paesaggi che abbiamo visto nel percorso dalla frontiera spagnola di Vilar Formoso fino all'Oceano Atlantico li ricordo come i più belli del Paese lusitano.
Territori collinari e montani coperti da ulivi e vigneti in cui ogni tanto emerge un villaggio, adagiato nella valle o abbarbicato su un pendio. Avvicinandosi alla costa lo scenario si trasforma, e nella distesa lagunare del Ria (un tempo palude insalubre, oggi riserva naturale) compare la cittadina di Aveiro. La Venezia del Portogallo.

Intendiamoci... il paragone è un po' azzardato! Ma la rete di canali che attraversa la città, i ponticelli ad arco e le pittoresche barche dalla forma allungata che somigliano alle gondole non rendono poi così peregrino questo accostamento.

imbarcazioni Aveiro
foto di OndasDeRuido su Flickr

Queste imbarcazioni di legno di pino, dipinte con colori accesi e decorate sulla prua ricurva dagli stessi proprietari con scene di vita quotidiana (spesso sono raffigurate donne procaci o sirene) si chiamano Moliceiros. Quelle che fanno bella mostra di sè lungo i canali vengono utilizzate per giri turistici, proprio come le loro "cugine" veneziane. Nella laguna invece i pescatori continuano a impiegarle per raccogliere le alghe (molico in portoghese).

Aveiro Venezia Portogallo
foto di xisbe su Flickr
Ad Aveiro siamo legati da dolci ricordi. La nostra prima tappa in Portogallo, l'impatto con un popolo generoso e accogliente, le prime architetture barocche e la prima visita... alla stazione per ammirare gli azulejos (*)! In qualunque città portoghese andate in visita, non dimenticatevi di farci un salto!
E poi, gli ovos moles! Il dolce tipico di questa regione. Crema a base di tuorlo d'uovo e zucchero racchiusa da una sottile ostia a forma di conchiglia, pesce, botte o altro che sia legato all'ambiente marinaro di Aveiro. Li trovate in tutte le pasticcerie confezionati in piccoli barili di legno o venduti sfusi nelle classiche scatole di cartone. Per usare un'analogia, gli ovos moles stanno ad Aveiro come le pasteis de nata di Belem stanno a Lisbona. Non sapete cosa sono le paste di Belem? Andate a leggervi il post che ho dedicato a queste pastelarias! 😋

Aveiro ovos moles
foto di nocas su Flickr
Cosa visitare nei dintorni:
(*) piastrelle di ceramiche decorate con motivi in cui solitamente predomina l'azzurro

(Foto in alto di xisbe su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

Posta un commento