giovedì 27 giugno 2013

Punta Corvo: una spiaggia selvaggia e un sentiero suggestivo 3d...

punta corvo spiaggia sentiero
Qualche giorno fa vi ho parlato dei colori pastello di Montemarcello, uno dei borghi più belli d'Italia. Visitare questo incantevole paese del comune di Ameglia (SP), arroccato sulla cima del Caprione è sicuramente un'attività rilassante ed appagante, che però non vi occuperà più di un paio d'ore, la maggior parte delle quali impiegate a far fotografie. Per trascorrere piacevolmente il resto della giornata vi suggerisco di intraprendere il sentiero che dal centro di Montemarcello conduce alla spiaggia di Punta Corvo.

Il percorso si incunea nella folta vegetazione mediterranea che riveste il pendio del promontorio ed è davvero molto bello! 

il sentiero verso Punta Corvo
il sentiero verso Punta Corvo

Lasciata l'auto al parcheggio che, poco prima del paese, trovate sulla strada che da Bocca di Magra porta a Montemarcello, basta dirigersi verso il centro e imboccare la stradina segnalata con il cartello 3d, che all'inizio non sai se stia ad indicare ironicamente un itinerario che non può essere certo definito piatto (a 2d=2 dimensioni) o se invece abbia un nome che sia il frutto del caso... Quel che è certo è che si tratta di un viottolo suggestivo che lascia senza fiato, sia all'andata che al ritorno seppur per motivi differenti.

spiaggia di Punta Corvo

La motivazione è presto detta: i 266 metri di dislivello tra il centro di Montemarcello ed il livello del mare si coprono in poco più di 30 minuti di discesa ad un'andatura non troppo sostenuta e seppur sia necessaria una certa attenzione a dove mettere i piedi per evitare cadute rovinose, direi pure abbastanza agevolmente. Nella primissima parte si cammina tra le viuzze delle case, poi si entra nella boscaglia fatta di lecci e pini ed la pendenza si fa più importante. Oltre 700 gradini (qualcuno piuttosto alto) costruiti con il legno, le pietre e ricavati dal terreno, separano dal grande spiaggione di sabbia scura battuto dalle onde impetuose del mar Ligure. 

spiaggia di Punta Corvo

All'andata tutto il carico è sulle ginocchia ma come dicevo non ci sono particolari difficoltà. Al ritorno invece l'altezza dei 700 e passa gradini che nel frattempo sono divenuti degli imponenti gradoni si fa sentire tutto! Se non siete allenati non sarà esattamente una passeggiata e il tempo di percorrenza raddoppierà rispetto alla discesa. 
In estate però esiste un'alternativa che si chiama traghetto: se le condizioni del mare lo consentono da Bocca di Magra, Lerici e Tellaro dei battelli partono giornalmente e si fermano davanti alla spiaggia.

spiaggia di Punta Corvo

Qualunque sia il mezzo con cui arriverete, Punta Corvo non vi deluderà! Alle vostre spalle e di fianco sarete riparati dalle rocce (occhio in inverno a intraprendere il sentiero, a rischio frane) e davanti a voi si aprirà lo spettacolo di un mare dal color turchese che si infrange con forza sulla battigia. 
In lontananza scorgerete le isole di Portovenere (Tino, Tinetto e Palmaria) sul lato destro e un lembo dell'alta Versilia su quello sinistro.

spiaggia di Punta Corvo
spiaggia di Punta Corvo

Quando ci siamo stati lo spiaggione era semi deserto e quindi ancora più affascinante di come deve apparire in alta stagione quando lo immagino invaso dai bagnanti. Vi suggerisco pertanto di non andarci ad agosto ma a giugno-luglio o settembre-ottobre (oppure a primavera), magari armati di qualche provvista e tanta tanta acqua con cui dissetarsi sulla via del ritorno!

spiaggia di Punta Corvo
Montemarcello

Altre foto del territorio di Bocca di Magra le trovate qui

Ti potrebbero anche interessare:



  • 10, 100 fotografie del territorio di Bocca di Magra, un angolo tutto da scoprire della provincia di La Spezia
  • Ameglia, un borgo da vedere nella provincia di La Spezia
  • Montemarcello, un borgo color pastello della Val di Magra
  • Ti piace il blog? Seguilo su Facebook , via Feed e su Twitter!

    Posta un commento