venerdì 20 dicembre 2013

Alla scoperta dell'Altopiano Pinè e della Valle di Cembra – Prima Parte


Siete mai stati all’Altopiano di Piné o in Valle di Cembra? Sono sicuramente meno conosciuti delle blasonate Val di Fassa, Val Gardena ma questo potrebbe essere visto come un loro punto di forza. Collocate in Trentino, a una ventina di km da Trento, ma lontano dal turismo di massa, permettono di godere del paesaggio e della natura in completa tranquillità.
lago lases valle cembra trentino
Lago di Lases prima di raggiungere l'abitato di Albiano
La Valle di Cembra, percorsa dal torrente Avisio, è caratterizzata da un paesaggio ricco di rigogliosi boschi, colline e stradine che si inerpicano tra terrazze di vigneti. La viticultura è una delle principali fonti di reddito per i valligiani. Vini pregiati, come il Müller-Thurgau e il Pinot Nero, e grappe locali possono essere degustati nelle numerose cantine e distillerie della valle. Anche le buone forchette non resteranno deluse: i loro palati saranno deliziati dai sapori genuini della montagna come formaggi, castagne, miele, funghi. Ringrazio la Locanda del Passatore che durante il #pinecembrainblog ci ha offerto un pranzetto da leccarsi i baffi, a base di primi piatti tipici, come lo sformato di patate con fonduta al Trentingrana, pasta con mandorle e pinoli, spinaci e salsiccia e dulcis in fundo crespelle al puzzone di Moena. Non da meno le altre cene e pranzi all'Hotel Pineta e al Ristorante Al Mas.

Parlando di enogastronomia, sempre durante il #pinecembrainblog siamo stati ospiti al Maso Besleri, in località Valbona, gestito dall’Azienda Agricola Pojer e Sandri. Circondato da colline terrazzate, nel maso è presente una cantina e una distilleria, la cui produzione comprende grappe, acquaviti di frutta e il brandy. Sono tutti prodotti che nascono esclusivamente dalla materia prima della regione. L’ultimo nato è il “Merlino”, ottenuto unendo un mosto di Lagrein parzialmente fermentato con un brandy invecchiato di 15 anni. E' veramente qualcosa di straordinario, ve l'assicuro. A questi prodotti, si aggiunge la produzione di aceti classici di vino e aceti di frutta (lamponi, ribes, sambuco), che abbiamo potuto degustare.

valle cembra trentino
Vigneti terrazzati della Valle di Cembra che circondano Maso Besleri
Ora vi racconterò dell'Altopiano di Pinè. Tutta questa area (900 mt di altitudine) è disseminata di piccoli paesi e frazioni e suggestivi laghi lungo cui concedersi piacevoli passeggiate, sia in estate sia in inverno. Baselga di Pinè è il suo abitato principale, affacciato sul Lago di Serraia che è collegato al vicino Lago delle Piazze, nel comune di Bedollo, da un comodo sentiero. Per il week end del #pinecembrainblog abbiamo alloggiato all'Hotel Pineta che si trova di fronte a questo lago. L'ottima posizione consente alla vista di spaziare sul verdeggiante altopiano e di rilassarsi in mezzo a prati verdi.

cima costalta trentino
Panorama da Cima Costalta. Sullo sfondo il gruppo del Lagorai,
il gruppo del Brenta, la Valle di Cembra e l'Altopiano di Piné
Per gli sportivi, le attività all'aria aperta non finiscono con l'arrivo dell'inverno. Anzi, Baselga di Piné vanta una delle principali piste da ghiaccio italiane, l'Ice Rink Piné. Lo stadio, dentro federale del Coni,  offre svariate opportunità per svolgere sport invernali come il pattinaggio, hockey e curling. Proprio durante la nostra permanenza, si sono svolte le gare della 26esima edizione del Winter Universiade, che si terrà fino al 21 dicembre 2013 in tutto il Trentino. E' molto più di una competizione sportiva, perché unisce lo sport e la vita universitaria. Protagonisti delle 12 discipline sportive sono circa 3.000 atleti provenienti da 56 nazioni.

ice rink beselga pinè
L'Ice Rink di Baselga di Pinè visto dall'interno
Per avere maggiori informazioni sull'Altopiano di Pinè e la Valle di Cembra, potete consultare il sito dell'APT www.visitpinecembra.it.

Testo e foto di Debora Dosi.

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento