giovedì 16 gennaio 2014

4 motivi per scegliere Sirmione del Garda per un weekend a tutto relax!

sirmione castello
Il castello che emerge dalle acque del lago di Garda è la prima immagine e quella che rimane più impressa dopo una visita a Sirmione, ma non è certamente l'unica. La stretta penisola a cui si accede solo attraverso il ponticello della fortezza è la meta perfetta per chi è alla ricerca di un luogo dove estraniarsi dal mondo e dedicarsi un po' a se stessi.
Un desiderio la cui realizzazione a volte diventa un'ardua impresa. Il lavoro, lo stress causato dalle problematiche di tutti i giorni, i tanti impegni che spesso si accavallano, questa vita che sempre di più scivola via e sembra correre lontano... "Per arrivare dove?" mi chiedo a volte. Non lo sappiamo nemmeno noi.

Un weekend a nervi distesi non sarà la panacea dei nostri mali da Homo Sapiens Sapiens ma può essere il rimedio giusto per uscire dal nostro frenetico ritmo quotidiano. Basta individuare la meta giusta e porsi come unico obiettivo "trattarsi bene".

La perla del lago di Garda rappresenta in questo senso l'identikit ideale. Controllate la vostra agenda e individuate un fine settimana libero, lontano dai periodi di eccessivo afflusso di turisti (questi mesi invernali post natalizi secondo me vanno benissimo!), scegliete uno degli Hotel 4 stelle a Sirmione (qui) e preparatevi a rilassarvi.

sirmione rocca scaligera

Prima di partire leggetevi le "5 cose da sapere prima di visitare Sirmione" e cercate di non tralasciare nessuno di questi quattro piccoli suggerimenti:

UNA ROMANTICA PASSEGGIATA SUL LUNGOLAGO

Sirmione è splendida, in ogni stagione. Illuminata dal sole della primavera o coperta dalle nuvole dell'autunno che giocano a nascondino con le torri merlate del castello. Le vie della cittadina sono però spesso invase dai turisti e non sono raccomandabili per il conseguimento del vostro obiettivo (vi ricordate? Relax!). Nessun problema, basta dirigersi verso il lungolago: a destra del ponte d'accesso inizia una passeggiata tra le mura della Rocca Scaligera che attraversa il percorso "Kiss...please" e giunge al Lido delle Bionde. Gli scorci che ammirerete saranno da cartolina.

sirmione lungolago
foto di motumboe su Flickr
IL PANORAMA DALLA ROCCA SCALIGERA

Un ponte levatoio permette di entrare dentro il castello, il simbolo e l'attrazione principale di Sirmione. Fu Mastino I della Scala a farlo erigere nel XIII secolo direttamente sul lago, a poca distanza dalla sponda, ed è proprio il continuo incontro tra le costruzioni massicce della fortezza e l'acqua a rendere così suggestivi gli scenari.
Nonostante non sia molto grande la Rocca Scaligera è maestosa ed è ancora più bella se la guardate dalla Torre del Mastio, raggiungibile dopo un'ascesa di 146 scalini. Inutile dire che il panorama da lassù è imperdibile.

Sirmione castello
foto di cjnzja su Flickr
UNA VISITA ALLE GROTTE DI CATULLO

Sirmione affonda le sue origini nel periodo romano e le Grotte sono la testimonianza più evidente. Il sito archeologico si trova all'estremità della penisola, dalla parte opposta rispetto all'ingresso in città, ed è circondato dall'acqua su tre lati. Il patrizio che scelse questa posizione per costruire la sua villa aveva decisamente buon gusto!
Le rovine datate I secolo a.C. sono indubbiamente rese più affascinanti dal paesaggio circostante. Che fosse o meno il poeta Catullo (come sembrerebbero confermare le testimonianze), poco importa, anche se non è difficile comprendere come questa bellezza possa aver ispirato i suoi versi d'amore per Lesbia.

sirmione grotte catullo
le Grotte di Catullo | foto di john weiss su Flickr
LE TERME DI SIRMIONE

Le acque sulfuree delle Terme di Sirmione, che sgorgano dalle viscere della terra sottostante il lago, erano ben conosciute dai Romani, ma è nell'Ottocento che vennero studiate le sue proprietà curative e costruiti i primi stabilimenti termali. Ovvio che se uniamo le sorgenti e il clima mite di cui gode Sirmione tutto l'anno al contesto del lago di Garda ne esca fuori una miscela esplosiva! Fin dagli inizi del secolo scorso la località era frequentata da letterati e artisti, adesso ci sono due centri termali (le Terme Virgilio e Catullo), il centro benessere Acquaria e tre alberghi termali, agognate mete di tutti coloro che ricercano quell'obiettivo che ci eravamo prefissati all'inizio del post.

terme sirmione
centro benessere termale Acquaria | foto di whatelse77 su Flickr
(Foto in alto di trinchetto su Flickr)

Ti piace il blog? Seguilo su Facebook  via Feed  e su Twitter !

Posta un commento