giovedì 4 settembre 2014

Kasteel de Haar, un castello fiabesco da non perdere nei dintorni di Utrecht

Il castello delle favole esiste, si trova a 13 km da Utrecht! 
Il racconto della nostra visita con foto e info su come raggiungere Kasteel de Haar da Utrecht.
kasteel de haar olanda
Un castello che ci è piaciuto così tanto che ci siamo stati due volte in... due giorni! Ci avevano detto che il Kasteel de Haar era il più grande e il più bello d'Olanda, ma sinceramente non ci aspettavamo che fosse così maestoso e incantevole.

Un colpo di fulmine. 
Il castello medievale de Haar si trova nella regione di Utrecht, 13 km a nord-ovest del centro della città. Pochi? Non tanto se si considera che i mezzi pubblici per arrivarci non sono molto comodi. Una stranezza per l'Olanda, così efficiente e ben organizzata. Stesse difficoltà ci sono per chi vuol raggiungere Kinderdijk (*) da Rotterdam, distante 24 km (ma questa è un'altra storia). A meno che... non vi muoviate in auto o in bicicletta.
Già, la bicicletta. I Paesi Bassi sembrano costruiti appositamente per spostarsi sulle due ruote a pedali! 
Dicevo all'inizio che siamo andati al Kasteel de Haar e poi ci siamo tornati il giorno dopo. Un amore a prima vista, certamente, ma anche il desiderio di visitare le sale interne, che il primo giorno avevamo trovato chiuse.
Il nostro giro in bici di tre giorni era arrivato all'ultima tratta, Gouda-Bunnik, e proprio nella parte finale il percorso passava di fianco al castello. Impossibile non fermarsi per una visita!

kasteel de haar olanda

Il sole che ci aveva accompagnato per tutta la durata del tour si stava nascondendo dietro le nuvole: il preludio di quello che all'indomani si sarebbe trasformato in un acquazzone. In queste condizioni di meteo ideali per due ciclisti per caso come noi, ecco spuntare l'ingresso del castello. Parcheggiamo nelle immancabili rastrelliere (di fronte al castello invece c'è un ampio spazio a pagamento per le auto, 4 euro tariffa giornaliera) ed entriamo nella biglietteria, ricavata all'interno di una delle fattorie sopravvissute alla storia.

kasteel de haar olanda

Qui purtroppo scopriamo che è possibile visitare le sale del castello solo in gruppi capitanati da una guida che partono ogni ora (durata 50'). L'ultima visita guidata si svolge alle 16
Guardiamo l'orologio:"Sono le 16:25, per oggi è andata....".

Accediamo ugualmente al parco che circonda il castello; esistono infatti due modalità di visita:
  • all'intero complesso (giardini + visita alle sale del castello | prezzo intero 12,5 €)
  • al parco solamente (3,5 €)
Attraversiamo il boschetto e piano piano ecco affiorare l'edificio, anzi, i due edifici in stile neogotico collegati da un delizioso ponte coperto, il tutto circondato da un fossato colmo d'acqua. Uno sguardo, una semplice occhiata, e la fantasia galoppa: non si fa fatica a immaginarselo come scenario di un film a tema cavalleresco, con tanto di soldati in armatura e cavalli coperti da drappi recanti gli stemmi delle casate. 

kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda

Giriamo intorno al laghetto che avvolge il castello (rimuginando su quella mezz'ora persa chissà dove che ci è costata la visita agli interni) e scopriamo nuovi angoli da fotografare.

kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda

kasteel de haar olanda

Anche la facciata posteriore non è affatto male! I prati verdi sono decorati con enormi disegni floreali, mentre davanti alla facciata principale i roseti sono gli assoluti protagonisti del giardino delle rose.

kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda

Il giorno seguente, nella tappa di trasferimento da Utrecht a Rotterdam, decidiamo di fermarci nuovamente al Kasteel de Haar per partecipare alla visita guidata! 
E qui scopriamo che chi viene in auto da Amsterdam ci mette circa la metà del tempo (30'), anzi meno, di quello che si impiega partendo da Utrecht con i mezzi pubblici... in quest'ultimo caso occorre infatti prendere il treno regionale dalla stazione centrale di Utrecht e scendere a Vleuten (7', direzione Den Haag Centraal), scendere le scale e svoltare a sinistra, dove si trova la stazione dei bus. Da lì parte ogni ora il n° 127 (capolinea Kockengen) a meno che non sia domenica: in quel caso la frequenza dell'autobus è una volta ogni 2 ore...

Chiedete pure al conducente (in Olanda non abbiamo mai trovato una persona che non fosse disponibile a dare informazioni) che vi confermerà che dovete scendere alla fermata "Brink", al paese di Haarzuilens.
Altri 15 minuti a piedi e si arriva all'ingresso del castello.

kasteel de haar olanda

Con il trolley e una pioggia battente a farci compagnia (insieme a una ragazza cretese un po' spaesata) non è il massimo, ma anche se ci volesse il doppio del tempo per arrivare a Kasteel de Haar, non lasciatevi scoraggiare. La vista del castello ripaga di ogni sacrificio!

Come dicevo poco sopra, la visita inizia ogni ora ed è condotta da una guida olandese. La nostra parlava anche in inglese e sebbene facesse un piccolo riassunto di quel che raccontava ai suoi connazionali, era disponibile a rispondere alle domande di coloro che non fossero degli Orange. Per i visitatori ci sono inoltre delle audioguide in inglese e una piccola brochure, disponibile anche in italiano.

kasteel de haar olanda

Purtroppo all'interno non è possibile scattare fotografie... vi dovrete fidare della mia parola: da fuori il castello è davvero magnifico. Le sale interne comunque meritano, secondo me, una visita, anche se il biglietto è abbastanza caro.

Il percorso ha inizio dal piano interrato, dove si trova l'immensa cucina e una serie infinita di pentole e tegami in rame, che fino a qualche decennio fa venivano ancora utilizzati dai discendenti dei proprietari che effettuarono i lavori di restauro nel 1890.
Già, un breve cenno alla storia del castello è d'obbligo: le sue radici affondano nella meta del XV secolo, quando venne eretto sul progetto dell'architetto Cuyper, il medesimo a cui si deve anche il Rijksmuseum di Amsterdam. 

Alla fine del XIX la svolta: il barone van Zuylen ereditò Kasteel de Haar o per meglio dire, le sue rovine; decise allora di restaurarlo e rimodernarlo secondo l'aspetto che l'edificio doveva avere nel 1500. E per farlo ricorse all'opera di tutti gli abitanti del paesino di Haarzuillens, ingaggiati per 20 anni per compiere un'opera immane di ricostruzione.
A causa delle profonde spaccature che minacciavano la stabilità del castello, nel 2001 venne iniziata l'ennesima opera di restauro (dei ponteggi sono tuttora visibili, deduco quindi che ci siano ancora lavori in corso).

kasteel de haar olanda

Tornando alla visita, le sale più interessanti sono senza dubbio quella dei cavalieri, la sala da ballo, la sala del parrucchiere e le lussuose camere da letto del barone e della baronessa Hélèna de Rothschild ai piani superiori. Ogni sala è decorata secondo il tema dell'amore e raffigurano la musica e la danza attraverso i secoli. Tra le molte curiosità quella che più mi ha divertito è la presenza di una saletta (non accessibile al pubblico) sopra il camino, adibita ad accogliere i menestrelli; a loro non era concesso di vedere la sala da ballo ed allora suonavano nascosti dalla vista dei cortigiani, che ascoltavano la musica filtrare attraverso delle fenditure nel soffitto.

kasteel de haar olanda
kasteel de haar olanda

La pioggia continua a scendere, ma anche così il Kasteel de Haar ha il suo fascino. 
Torniamo indietro alla fermata del piccolo bus (annotatevi gli orari!) con ancora negli occhi le torri cilindriche e le guglie appuntite di questo castello uscito da un libro di favole. 
Prossima tappa: Rotterdam!

INFO UTILI

  • dalla stazione di Leuven potete anche prendere un taxi che vi porti al castello. Il numero telefonico del Taxi van Rhijn è 030/6771271.
  • Nel parco del castello c'è uno spazio recintato in cui vivono cervi e cerbiatti. Una gioia per piccoli (e grandi);
  • altre informazioni le trovate sul sito www.holland.com  e su quello ufficiale del castello (in olandese) www.kasteeldehaar.nl
  • per chi arriva in auto, l'indirizzo da inserire nel navigatore è: Kasteellaan 1 3455RR Haarzuillens
kasteel de haar olanda

(*) uno dei due principali siti olandesi dove si trovano i mulini a vento meglio conservati! E' patrimonio Unesco e vanta ben 19 mulini!

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento