lunedì 15 giugno 2015

Tutte le cose buone che ho mangiato a Creta

cibo greco creta
Se c'era un aspetto che più mi incuriosiva prima della partenza per Creta, era proprio quello gastronomico. Mi è sempre piaciuta, ma alla fine la conosco poco, e pensavo semplicemente che fosse molto simile alla nostra. A Creta ho scoperto che non è esattamente così: molti ingredienti sono gli stessi, ma il risultato finale è decisamente diverso, e rispecchia una cultura e delle tradizioni diverse.

Nel piccolo borgo di Krasi, lontano dalla costa, sotto ad un platano plurimillenario, ho partecipato ad una lezione di cucina che è partita dalle basi, e cioè dalla dieta tradizionale cretese, con tanto di piramide alimentare. E solo a prima vista è uguale alla nostra: in realtà ho scoperto che a Creta i derivati animali sono consumati solo in rarissime occasioni, mentre si usa molto di più la frutta secca a guscio.

Anche a Creta si fa e si mangia la pasta, ma l'impasto è diverso e prevede anche un po' di raki, un liquore simile alla grappa, per rendere la sfoglia più elastica.

I DOLMADAKIA, GLI INVOLTINI GRECI


Ho anche imparato a cucinare i dolmadakia, gli involtini di foglie di vite ripieni di riso e verdure tipici della Grecia. Se riuscite a procurarvi delle foglie di vite non trattata vi consiglio di provare a prepararli perché sono buonissimi!

dolamadakia creta grecia
La ricetta per fare i dolmadakia la trovate sul sito di Visit Greece.

ANTIPASTI GRECI: LE MEZEDES


Ho scoperto la fantastica tradizione delle mezedes o meze: si tratta di una serie di antipasti diversi, ma chiamarli solo antipasti è riduttivo. È un intero pasto costituito solo da antipasti buonissimi, dove si sperimenta tutta la varietà dei sapori e degli ingredienti freschi della Grecia. E non c'era luogo migliore per scoprire i mezedes se non la Taverna Spinalonga: si trova a Plaka, proprio di fronte all'isola di Spinalonga, ed ha una bellissima terrazza proprio di fronte al mare azzurro e trasparente che circonda l'isoletta. Dal mio tavolino si vedevano i pesci nuotare nell'acqua bassa!

mezedes grecia creta

CAPRA AL FORNO, POMODORI E CIPOLLE


E poi c'è stata la capra. E qui ci vuole la premessa. Pare che a Creta viva una specie di capra selvatica endemica, il Kri-Kri, che nonostante i miei sforzi non sono riuscita a vedere, perché vive solo alle Gole di Samaria e non ci sono potuta andare. Ogni capra avvistata dal pulmino poteva essere un potenziale Kri-Kri, e invece no.

La mia ricerca del Kri-Kri è diventata un po' l'ossessione di questo viaggio, e si è conclusa proprio sotto al platano di Krasi, di fronte a una teglia di capra al forno con il pomodoro e le cipolle. In pratica un cugino domestico della capra del mistero mi è finito nel piatto. L'ho considerato come un segno: fai pace con le capre, smetti di cercarle e mangiale. Ah, era buonissima, ed era tenera tenera anche se era una capra vecchia, perché qui le capre servono principalmente per il latte e si mangiano solo quando sono anziane.

cibo greco capra creta

L'INSALATA GRECA


Infine merita una menzione d'onore anche l'insalata greca. Un piatto semplice che non va neanche cucinato, pomodori, cetrioli, olive, feta e tzatziki, che però dimostra quanto sia difficile la semplicità. A Creta ho avuto un ritorno di fiamma per l'insalata greca in grande stile, è buonissima ed è perfetta: ho provato a rifarla a casa, viene okay ma non riesco a replicare il risultato finale al 100%. I cetrioli sono diversi, le olive anche e così via. È il bello dei viaggi, i sapori come le esperienze non si possono replicare altrove, ma si possono rievocare e ricordare

insalata greca creta

Testo e foto di Claudia Vannucci.

Ti potrebbero anche interessare:
Ti piace il blog? Seguilo su Facebook via Feed e su Twitter!

Posta un commento