mercoledì 1 luglio 2015

Mainau, l'isola dei fiori sul lago di Costanza: uno spettacolo della natura!

isla mainau lago costanza
Si stenta quasi a credere che lassù, oltre le Alpi svizzere, la natura regali simili scenari. Mainau, ad appena 8 km dalla città di Costanza, è conosciuta come l'isola verde o l'isola dei fiori grazie a un clima mite, non mediterraneo ma quasi, impensabile a certe latitudini. Noi ci siamo andati a dicembre, sicuramente non il periodo migliore per apprezzarne i colori e i profumi; nonostante questo siamo rimasti colpiti dalla varietà della vegetazione e dalla bellezza di questo fazzoletto di terra immerso nel blu e pensiamo che valga la pena visitare l'insel Mainau in ogni giorno dell'anno.

Al di là del girotondo delle fioriture che ha inizio a marzo con una delle più grandi esposizioni di orchidee della Germania e termina con le dalie ed il primo gelo invernale, l'isola è un parco con un patrimonio forestale immenso.
La sua storia inizia (e continua tuttora) con la famiglia Bernadotte nel 1853, ma la svolta si ebbe nel 1930 quando il principe Wilhem di Svezia affidò l'amministrazione dell'isola al figlio, il conte Lennart, che la trasformò in un piccolo paradiso di piante e fiori e l'aprì al pubblico. Un paio d'anni dopo nacque la Mainau GmbH, un parco con il dichiarato scopo di conservare e curare questa oasi di bellezze naturali e di benessere.

isla mainau lago costanza

Oggi è Bettina, alla quinta generazione dei Bernadotte, a proseguire nel solco tracciato e mantenere la filosofia originaria di tutela e rispetto ambientale che hanno portato Mainau a diventare il primo parco d'Europa a essere certificato secondo le norme ecologiche dell'EU, nel 1998.

L'isola è collegata alla terraferma e a meno che ci non arriviate via mare la vostra visita inizierà subito dopo aver passato il ponte pedonale e aver osservato le centinaia di papere che nuotano tranquillamente nelle acque trasparenti del lago di Costanza. Una composizione floreale a forma di margherita che altri non è che Blumi, la mascotte del parco dà il benvenuto. Che la visita abbia inizio!

isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza 

L'ARBORETUM 


Una delle sorprese più grandi di questo parco di 45 ettari sono le Metasequoia glyptostroboides, alberi appartenenti alla specie delle conifere che fino al secolo scorso si credevano estinti e si conoscevano solo nella loro forma pietrificata (a tal proposito, nel parco ci sono anche un paio di tronchi pietrificati)! Nel 1941 il biologo Wang ne scoprì uno in Cina e da quell'unico esemplare ricavò dei semi che inviò all'università della California; poco più di 10 anni dopo il conte Lennart ne comprò alcuni e li seminò nell'isola... da allora le metasequoie crescono al ritmo di circa 1 metro all'anno!

Alla fine dello scorso autunno, quando li abbiamo visti noi, gli aghi avevano assunto una tonalità arancione e da lì a poche settimane sarebbero caduti. A differenza delle cugine americane (redwood redsquoia semperivirens), sempreverdi, le sequoie cinesi perdono gli aghi quando arriva il freddo.

isla mainau lago costanza

Le metasequoie sono solo una delle tantissime specie che popolano l'Arboretum, il giardino degli alberi: in totale ce ne sono oltre 500 tra latifoglie e conifere, dal cedro dell'Atlante alla magnolia tripetala, dal trompetenbaum (un albero americano dalle foglie enormi a forma di cuore) al tasso e alla sequoia della California.
Il primo a importare sull'isola alberi esotici fu addirittura il granduca Friedrich I (nel 1827), che amava collezionare piante rare provenienti dall'Europa e dall'America, purtroppo senza troppo criterio... ne piantò tantissime, anzi, troppe! Erano così fitte che nel 1932 il conte Lennart fu costretto a sfoltire quella che era diventata una vera giungla! La vegetazione aveva coperto praticamente anche il castello tanto che solo da una finestra era possibile scorgere il lago di Costanza.

isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza

Un cartello reca scritto "Mammutbaum Sequoiadendron giganteum" e ci vuole ben poco per capire che siamo davanti alla specie di albero più grande del mondo. All'interno del parco ci sono alcuni "alberi mammuth", le sequoie, che provengono dagli Stati Uniti (a proposito, lo sapevate che ne esistono alcuni con più di 3000 anni e rappresentano gli esseri viventi più vecchi del pianeta?). A Mainau il più longevo ha "solo" 151 anni: venne piantato nel 1864 e attualmente ha una circonferenza di 11 metri! 

isla mainau lago costanza

La nostra visita prosegue. L'autunno ci regala la bellezza dei colori del fogliame delle caducifoglie ma purtroppo ci perdiamo i colori delle composizioni floreali che adornano i giardini all'italiana e accompagnano i vialetti nel loro percorso verso il castello. Ogni tanto lo sguardo viene catturato in lontananza da una delle 16 torri; la più scenografica è la Torre degli Svedesi che si eleva in mezzo ai filari di viti. Le vigne, ci sono anche loro nei 45 ettari di terreno! E di 12 diversi tipi di uva, dal Solaris al Cabernet; tutte uve biologiche che grazie alla loro resistenza al clima non hanno bisogno di alcun pesticida.

isla mainau lago costanza

LA CASA DELLE FARFALLE


La sorpresa più bella personalmente l'ho trovata nella Schmetterlinghaus, la Casa delle farfalle, una delle più grandi di tutta la Germania. L'ingresso a forma di bruco conduce dentro lo shop e da lì si accede a una serra di 1000 mq che ospita 40 tipi di farfalle diurne diverse provenienti da Africa, Asia, America centrale e Sudamerica! La grande umidità (si sfiora quasi il 90%!) mette subito in crisi la mia reflex ma per fortuna il tablet non subisce l'effetto appannatura e gli scatti si sprecano.

isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza

Le farfalle qui trovano il loro habitat naturale tra piante tropicali di vaniglia, zenzero e tamarindo. Piccoli ruscelli, filodendri, ciclidi d'Africa e una temperatura che di giorno e di notte rimane costantemente sui 25° fanno sì che le farfalle abbiano una vita più lunga rispetto alla media. Alcune specie come le Atlasspinner vivono appena 7 giorni, altre fino a 4 mesi. Pochi, pochissimi giorni, ma sufficienti per stupire il mondo con la loro bellezza.

isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza

Una curiosità: il 70% della popolazione delle farfalle nasce dalle uova comprate in Inghilterra o Olanda (acquistate a loro volta dalla Malaysia o dal Costa Rica), il 30° invece sono il frutto della riproduzione all'interno della Casa.

isla mainau lago costanza

IL CASTELLO E LE MOSTRE TEMPORANEE


All'estremità opposta dell'isola rispetto all'ingresso si trova un castello risalente alla metà del Settecento, il primo esempio di architettura barocca nel sud della Germania. Costruito dall'Ordine Teutomico nel 1723 e arredato e stuccato da grandi artisti dell'epoca, quando entrò in possesso del conte Lennart versava in uno stato terribile (come del resto il parco), quasi completamente coperto da piante di vite del Canada.

isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza

Oggi quel che appare è una residenza elegante che è possibile affittare parzialmente per concerti o eventi speciali. Altre sale invece ospitano mostre temporanee come quella che abbiamo visitato noi, "Il mondo delle bambole di Käthe Kruse" che raccontava la storia delle più famose bambole tedesche e della sua creatrice, che da un panno morbido, un po' di sabbia e una patata realizzò per la figlia la prima bambola, il capostipite di un successo.

isla mainau lago costanza

Accanto al castello è possibile visitare un altro gioiello barocco, la chiesa protestante che viene utilizzata dalla famiglia Bernadotte per le cerimonie e può essere affittata per sposalizi e battesimi.

isla mainau lago costanza

EVENTI E FIORITURE


C'è sempre un motivo per andare all'isola di Mainau (la Casa delle Farfalle è uno di questi ed è aperta tutto l'anno) ma senza dubbio lo spettacolo delle fioriture merita di essere visto. Indicativamente questo è il calendario annuale degli eventi:
  • dall'inizio della primavera fino agli inizi di maggio c'è la mostra delle orchidee;
  • a primavera (il culmine ad aprile) la fioritura dei tulipani e il Viale della primavera si riempie di narcisi e tulipani;
  • a maggio si svolge la Graefliches Inselfest, la fiera mercato dedicata alla casa, al giardinaggio e al lifestyle (nel 2015 dal 14 al 17);
  • il giorno del solstizio è la Festa svedese di mezza estate;
  • a luglio e agosto è aperta la mostra della collezione storica di agrumi;
  • 10.000 rose di 1000 specie diverse si contendono in estate il titolo di Regina delle rose;
  • la prima settimana di ottobre va in scena la Graefliches Schlossfest, un evento esclusivo allestito nel castello in cui è possibile comprare gioielli e abiti (la prossima edizione dall'1 al 4 ottobre 2015);
  • da settembre fino all'inizio di ottobre si assiste alla fioritura delle dalie (12.500 di 250 specie diverse).
isla mainau lago costanza
isla mainau lago costanza
immaginateveli coperti di fiori.... 

COSA SI PUO' FARE SULL'ISOLA DI MAINAU?....


In aggiunta a tutto quel che ho scritto (che non mi sembra poco), Mainau è:
  • il luogo ideale per trascorrere una giornata in mezzo alla natura e a 250.000 fiori e piante esotiche tra cui palme, limoni, banani e bouganville;
  • un'occasione per ascoltare un concerto in un cornice unica (in estate vengono organizzati eventi nella piazza del castello);
  • un posto adatto ai bambini grazie al Kinderland, che in estate propone anche giochi d'acqua;
  • pranzare o cenare nella Palmenhaus (una serra con alte palme) o al ristorante Schwedenschenke che serve specialità della cucina tedesca (ottimo posto, noi ci siamo stati e ve lo consigliamo)

COME ARRIVARCI


Come ho scritto all'inizio, l'isola di Mainau si trova a 8 km da Costanza. 
Potete raggiungerla:
  • in auto, parcheggiando nell'area antistante il ponte pedonale;
  • in bus, il n°4 in direzione Marktstätte passa davanti alla stazione ferroviaria di Costanza e arriva al lago in 20 minuti, ma fate attenzione al ritorno: il bus effettua un percorso ad 8, assicuratevi che si stia dirigendo verso la città o allontanando verso la campagna;
  • col battello di linea.
Altre informazioni le trovate sul sito www.mainau.de.

isla mainau lago costanza

Posta un commento